Cronaca, Home — 11 gennaio 2016 alle 17:34

IMPERIA. TRAGEDIA A BORGO PRINO. È UN VIGILE DEL FUOCO DI 48 ANNI L’UOMO TRAVOLTO E UCCISO DAL TRENO /I DETTAGLI

Il riconoscimento della vittima è stato possibile a seguito di un controllo sulla sim del cellulare trovato vicino al corpo senza vita dell’uomo. Si fa largo l’ipotesi del suicidio. L’uomo, infatti, avrebbe lasciato un biglietto di addio indirizzato alla moglie.

di Redazione

12511692_10207524485224521_415461097_n

È il Vigile del Fuoco Maurizio Favero, 48 anni, l’uomo morto questa mattina travolto da un treno, nei pressi del passaggio a livello di Borgo Prino. Il riconoscimento della vittima è stato possibile a seguito di un controllo sulla sim del cellulare trovato vicino al corpo senza vita dell’uomo. 

Favero era salito agli onori della cronaca locale più volte, negli ultimi anni, per aver accusato con un esposto l’ex Comandante dei Vigili del Fuoco di Imperia Vincenzo Giordano, di cui era autista (svolgeva anche l’incarico di magazziniere), per una missione a l’Aquila. Il processo, nel corso del quale Favero era stato chiamato a testimoniare, si è concluso nel dicembre scorso, con l’assoluzione di Giordano che, nell’ambito della stessa vicenda, aveva denunciato Favero per estorsione.

Favero era da poco diventato caposquadra prendendo servizio presso il comando dei vigili del Fuoco di Villanova d’Albenga.

Secondo una prima ricostruzione si fa largo l’ipotesi del suicidio. L’uomo, infatti, avrebbe lasciato un biglietto di addio indirizzato alla moglie.