Home, Politica — 15 gennaio 2014 alle 14:45

LABORATORIO PER IMPERIA. DIETROFRONT SUL NOME DEL GRUPPO CONSILIARE. RESTA INVARIATO – Dimissioni per Strescino, resta in carica il consiglio direttivo

Il Laboratorio per Imperia ha inviato una nota stampa al termine del consiglio direttivo in programma oggi, mercoledì 15 gennaio, nel corso del quale il presidente Paolo Strescino ha rassegnato le proprie dimissioni, mentre il Consiglio è rimasto invariato. Dietrofront sul nome del gruppo consiliare del Laboratorio per Imperia, che resterà invariato e non si trasformerà in “Laboratorio per Imperia […]

di Redazione

image

Il Laboratorio per Imperia ha inviato una nota stampa al termine del consiglio direttivo in programma oggi, mercoledì 15 gennaio, nel corso del quale il presidente Paolo Strescino ha rassegnato le proprie dimissioni, mentre il Consiglio è rimasto invariato. Dietrofront sul nome del gruppo consiliare del Laboratorio per Imperia, che resterà invariato e non si trasformerà in “Laboratorio per Imperia – Nuovo Centrodestra”, nonostante l’adesione di tutti i consiglieri al partito di Angelino Alfano.

IL COMUNICATO DEL LABORATORIO PER IMPERIA

Il Laboratorio per Imperia ritiene doveroso smentire nella maniera più decisa le affermazioni apparse su alcuni organi di stampa locale che denunciano “spaccature” all’interno del Movimento. Insieme con l’invito ai dilettanti dell’informazione di scegliere meglio le fonti che alimentano la loro inopportuna e anacronistica missione di “guastatori”, diamo ampio e dettagliato riscontro dell’odierna sessione di Consiglio Direttivo che dimostra, anche se non ce ne sarebbe la necessità, l’ottimo stato di salute dell’Associazione.
Con il passare del tempo e la conseguente presa di coscienza dei seri problemi che gravano sulla collettività è proporzionalmente aumentato il senso di responsabilità e l’impegno civico delle donne e degli uomini del Laboratorio per Imperia a sostegno del lavoro dell’Amministrazione. Se anche certa stampa adottasse il medesimo senso di responsabilità affronteremmo tutti con maggiore serenità gli impegni quotidiani. Questa premessa era doverosa, anche se avremmo preferito evitarla.

Si è tenuta oggi la prevista sessione di Consiglio Direttivo del Laboratorio per Imperia.

Due erano i punti importanti all’Ordine del Giorno: l’approvazione dello schema organizzativo che regolerà da ora in poi l’operatività dell’Associazione e l’adesione dei Consiglieri Comunali del Gruppo Laboratorio per Imperia alla nuova formazione politica NCD.

L’adozione dell’organigramma, messo a punto da una commissione interna dopo un periodo di consultazioni e di test operativi, garantirà al Laboratorio per Imperia una grande efficacia nelle prossime azioni. Particolare attenzione è stata posta sulla comunicazione e sulla progettazione e gestione degli eventi.

L’adesione dei Consiglieri Comunali del Gruppo Laboratorio per Imperia alla nuova formazione politica NCD è stata comunicata ufficialmente dal Presidente Strescino. Il Consiglio Direttivo ha preso atto di questa decisione che, nel rispetto della propria identità civica e della più volte dichiarata libertà di scelta politica riconosciuta agli associati in ambiente nazionale, non ha provocato alcuna discussione. Il Consiglio Direttivo ha invece approvato all’unanimità la decisione del Gruppo Consiliare del Laboratorio per Imperia di mantenere inalterato il proprio nome.

Completata quindi la fase di organizzazione del Laboratorio per Imperia, il Presidente Strescino ha rimesso il proprio mandato nelle mani del CD. Questo, all’unanimità, ha chiesto che Strescino rimanga in carica fino alla fine della prossima Assemblea dei Soci, già programmata da tempo per le prossime settimane, allo scopo di procedere, per votazione, al rinnovo delle cariche.

In tempi brevissimi il Laboratorio per Imperia chiederà al Sindaco una riunione di maggioranza per portargli istanze per discutere sui seguenti punti:
• revisione regolamento rumore
• revisione regolamento commercio
• soluzione definitiva problema TARES
• revisione TOSAP
• Istituzione Consulta della Cultura
• programma finanziamenti europei Horizon 2020.