Cultura e manifestazioni, Home — 21 gennaio 2014 alle 16:23

LUNEDI’ 27 GENNAIO. GIORNATA DELLA MEMORIA – Tutti gli eventi della giornata. Il Sindaco: “Il ricordo deve restare vivo”

Lunedì 27 gennaio sarà la “Giornata della Memoria”, una data il cui significato va ben oltre la celebrazione prevista dalla legge 211 del 20 luglio 2000. La “Giornata della Memoria” è espressione sempre più sentita e condivisa del sentimento dall’opinione pubblica nazionale nel commemorare le vittime dei campi di concentramento tedeschi della Seconda Guerra Mondiale, soprattutto a ricordo della “Shoah” […]

di Selena Marvaldi

memoria

Lunedì 27 gennaio sarà la “Giornata della Memoria”, una data il cui significato va ben oltre la celebrazione prevista dalla legge 211 del 20 luglio 2000. La “Giornata della Memoria” è espressione sempre più sentita e condivisa del sentimento dall’opinione pubblica nazionale nel commemorare le vittime dei campi di concentramento tedeschi della Seconda Guerra Mondiale, soprattutto a ricordo della “Shoah” che significò il martirio di dieci milioni di ebrei coinvolti nella tragica circostanza storica.

La Città di Imperia si fermerà a riflettere nella giornata di lunedì 27 gennaio. Si inizierà alle ore 09.30 presso il Palazzo del Governo con la consegna da parte del Prefetto delle Medaglie d’Onore alla Memoria del signor Vincenzo De Venuto e dei Fratelli Nicola ed Enrico Serra scomparsi a Mauthausen, un motivo in piu’ per ricordarli nel quadro della più vasta ricorrenza.

Alle ore 10.30, il Sindaco Carlo Capacci deporrà una corona presso la targa commemorativa in Piazza Serra, quindi alle 10.45, presso l’Aula Magna del Polo Universitario, organizzata dall’Istituto Storico della Resistenza, si terrà la proiezione del film “A noi fu dato in sorte questo tempo”, documentario prodotto dall’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e realizzato da Alessandra Chiappano.

«E’ necessario – dichiara il Sindaco Carlo Capacci – mantenere sempre vivo il ricordo di quella che è stata un’autentica tragedia dell’umanità. Le nuove generazioni devono sempre aver ben presente che i valori, i principi di uguaglianza e di integrazione, debbono essere difesi, sempre in ogni tempo e luogo, per contrastare il potenziale distruttivo insito nell’uomo».