Consigli comunali, Home, Politica — 10 febbraio 2014 alle 19:39

CONSIGLIO COMUNALE 10 FEBBRAIO – ALLUVIONE A IMPERIA. CAPACCI: “E’ successo qualcosa che credo non si ricordasse a memoria d’uomo” / VIDEO

Inizia con un po’ di ritardo la seduta del Consiglio Comunale del 10 febbraio 2014. Dopo nove interrogazioni del question time, la seduta inizia con un nuovo momento di celebrazione per il “Giorno del Ricordo” in memoria delle vittime delle Foibe e un minuto di silenzio per la morte di Lino Senardi: “Imperiese d.o.c., sempre pronto ad affermare il suo pensiero […]

di Selena Marvaldi

capacci consiglio comunaleInizia con un po’ di ritardo la seduta del Consiglio Comunale del 10 febbraio 2014. Dopo nove interrogazioni del question time, la seduta inizia con un nuovo momento di celebrazione per il “Giorno del Ricordo” in memoria delle vittime delle Foibe e un minuto di silenzio per la morte di Lino Senardi: “Imperiese d.o.c., sempre pronto ad affermare il suo pensiero anche con forza quando è necessario. Posso dire che oggi se n’è andato un amico di tutti” ha concluso il Presidente del Consiglio Comunale Paolo Strescino.

Dopo la spiegazione del Sindaco Capacci in merito alla risposta data dal Comune di Imperia alla richiesta dei commissari giudiziari della Porto di Imperia SPA di ottenere la proroga o il rinnovo della concessione, si è passati al primo punto all’ordine del giorno ossia la discussione inerente l’alluvione del 16 gennaio 2014: “Avvenimenti e richiesta di aiuti alla Regione Liguria per i danni subiti”. 

Il consigliere Savioli ha così iniziato la discussione ripercorrendo i danni subiti dalla nostra città durante l’alluvione: “Chiediamo alla Regione che sia anticipata quella parte di bilancio che ci può servire per questa emergenza. E’ importante discutere di come l’amministrazione ha reagito in questa particolare situazione e ragionare sulla tragica interruzione della linea ferroviaria. E’ il momento di farci sentire“. 

Interviene poi l’assessore all’ambiente Nicola Podestà: “La concessione di stato di calamità se è legata alla straordinarietà dell’evento, direi che ci siamo, altro che straordinario. Già nei giorni di Natale abbiamo avuto delle precipitazioni straordinarie, è un record storico: in 139 anni non c’è mai stato un dicembre così piovoso. L’instabilità è poi continuata anche a gennaio. Devo essere riconoscente alla Protezione Civile - ha sottolineato poi l’assessore - Direi che possiamo chiaramente giustificare la richiesta di danni ingenti e la richiesta di aiuti per chi ne ha bisogno”.

L’amministrazione ha attivato un Comitato Operativo di Controllo che non era mai stato attivato prima – ha dichiarato il Sindaco Capacciabbiamo lavorato in modo ininterrotto per 48 ore e devo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato all’emergenza sotto la guida del Prefetto. E’ successo qualcosa che credo non si ricordasse a memoria d’uomo nella nostra zona, ho visto cose che non avrei mai pensato di vedere: non si era mai detto che sui terreni coltivati dall’uomo si potessero avere effetti di questo genere dovuti al dissesto idrogeologico, dobbiamo ripensare a tutto il nostro sistema. Quello che abbiamo fatto non è bastato perché la rete fognaria è sottodimensionata rispetto agli eventi meteorologici che ci hanno colpito. Dobbiamo ragionare con questo nuovo modello di clima con cui avremo a che fare nei prossimi anni. Bisogna rispettare gli ordini di stare a casa quando c’è l’allerta. L’Intercity che è deragliato è un problema perchè isola il nostro territorio, abbiamo in continuazione frane…credo che tutti abbiano operato bene, cercheremo di rimettere a posto il più in fretta possibile tutte le problematiche che si sono evidenziate. Vorrei dedicare una particolare attenzione alla paleofrana a Montegrazie, è preoccupante, ma attualmente è sotto controllo“.
INTERVENTO SINDACO CAPACCI ALLUVIONE PARTE 1

INTERVENTO SINDACO CAPACCI ALLUVIONE PARTE 2