Attualità, Home — 12 febbraio 2014 alle 14:00

CORTE COSTITUZIONALE- ILLEGITTIMA L’EQUIPARAZIONE TRA DROGHE PESANTI E LEGGERE/ I dettagli

Oggi 12 febbraio 2014 la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità della legge Fini-Giovanardi, nella sezione in cui vengono equiparate le droghe pesanti e quelle leggere. Secondo la Consulta la legge viola l’articolo 77 della Costituzione, che regola la conversione dei decreti legge. Dopo la bocciatura, rivive la legge Iervolino-Vassalli. ”La Corte costituzionale, nella odierna Camera di consiglio – si legge […]

di Redazione

Unknown-4

Oggi 12 febbraio 2014 la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità della legge Fini-Giovanardi, nella sezione in cui vengono equiparate le droghe pesanti e quelle leggere. Secondo la Consulta la legge viola l’articolo 77 della Costituzione, che regola la conversione dei decreti legge. Dopo la bocciatura, rivive la legge Iervolino-Vassalli.

”La Corte costituzionale, nella odierna Camera di consiglio – si legge in una nota della Consulta – ha dichiarato l’illegittimità costituzionale, per violazione dell’art. 77, secondo comma, della Costituzione, che regola la procedura di conversione dei decreti-legge, degli artt. 4-bis e 4-vicies ter del d.l. 30 dicembre 2005, n. 272, come convertito con modificazioni dall’art. 1 della legge 21 febbraio 2006, n. 49, così rimuovendo le modifiche apportate con le norme dichiarate illegittime agli articoli 73, 13 e 14 del d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309 (Testo unico in materia di stupefacenti)”.