Attualità, Home — 13 febbraio 2014 alle 11:59

AUMENTO DEL NUMERO DELLE CORSE DEGLI AUTOBUS PER IL FESTIVAL DI SANREMO – I SINDACATI: “Contestiamo l’incremento di corse, non sono finanziate da nessuno”

I Sindacati Filt Cgil; Fit Cisl; Ultratrasporti Liguria; Faisa Cisal, Ugl Trasporti si stanno mobilitando per quanto riguarda i turni speciali per il Festival di San Remo 2014: “Il documento allegato è inviato dalle Segreterie di R.T. per contestare l’incremento di corse per il Festival. Questo è contestato solo per il motivo che non ci risultano finanziate da nessuno e […]

di Selena Marvaldi

Autobus RTI Sindacati Filt Cgil; Fit Cisl; Ultratrasporti Liguria; Faisa Cisal, Ugl Trasporti si stanno mobilitando per quanto riguarda i turni speciali per il Festival di San Remo 2014: “Il documento allegato è inviato dalle Segreterie di R.T. per contestare l’incremento di corse per il Festival. Questo è contestato solo per il motivo che non ci risultano finanziate da nessuno e in un momento così drammatico non ci pare essere utile caricare di costi l’azienda già in sofferenza. Non siamo certo contrari al potenziamento visto che abbiamo lottato per evitare i tagli nell’aprile scorso. Chiediamo visibilità per questa vicenda“.

Le Segreterie Provinciali in calce, presenti alla riunione delle Commissioni Turni IM-SR per la discussione di quanto in oggetto hanno, prima di iniziare i lavori, chiesto alla Direzione di avere notizie in merito alla copertura economica, a fronte della situazione venutasi a creare dopo:

  1. taglio di 1.300.000 km al Contratto di Servizio
  2. apertura di procedura di licenziamento collettivo
  3. minaccia di riduzione della contrattazione di 2° livello
  4. minaccia di non percepire retribuzione mensile per mancanza della liquidità necessaria

Tutto questo ufficialmente dovuto al taglio della contribuzione da parte della Provincia ed Enti Locali, in primis il comune di Sanremo.

Non avendo avuto risposte e, alla luce, di quanto sopra enunciato, le scriventi sono fortemente contrarie ad un aggravamento dei costi incrementando il servizio a carico delle sole casse aziendali con conseguente ricaduta sul personale. Le OO.SS. hanno denunciato da subito la carenza di corse nel Contratto di Servizio e si sono battute per riavere quello che considervano essere il servizio minimo.

In data odierna viene proposto di ovviare a questa manancanza mettendo a rischio il futuro dell’Azienda già pericolosamente minacciato per ammissione della Direzione. I lavoratori della Riviera Trasporti sono sempre ben lieti ogni qualvolta si aggiunga lavoro sotto qualunque forma, a patto che porti valore aggiunto e non debito.