Cultura e manifestazioni, Home — 20 marzo 2017 alle 09:57

IMPERIA. MUD. LUNEDÌ 27 MARZO ALLA CAMERA DI COMMERCIO L’INCONTRO DI UNIONCAMERE SULLE NUOVE DISPOSIZIONI NORMATIVE IN TEMA AMBIENTALE/IL PROGRAMMA

Unioncamere Liguria organizza, da oramai circa 20 anni, in collaborazione con le singole Camere di Commercio, un ciclo di incontri sul territorio per informare le imprese sulle nuove disposizioni normative in tema ambientale

di Redazione

collage_mud_cciaa

Unioncamere Liguria organizza, da oramai circa 20 anni, in collaborazione con le singole Camere di Commercio, un ciclo di incontri sul territorio per informare le imprese sulle nuove disposizioni normative in tema ambientale.

Chi produce, trasporta, recupera e/o smaltisce rifiuti deve comunicare per via telematica alla Camera di Commercio competente per territorio le quantità e le caratteristiche qualitative dei rifiuti oggetto delle predette attività, attraverso il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (Legge n.70 del 25 gennaio 1994).

I soggetti obbligati sono tutti coloro che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti, ma anche commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione, imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti.

Sono obbligate le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi oppure che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi.

Devono presentare il MUD anche i soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali, alcune tipologie di Consorzi, i gestori di rifiuti di imballaggio, così come i soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 49/2014.

Ugualmente interessati sono tutti i soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati e i produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento.