Attualità, Home — 20 febbraio 2014 alle 15:14

IL COMUNE DI IMPERIA PAGA I DIPENDENTI TRADECO. I SINDACATI: “Resta attivo il blocco degli straordinari. Così non si risolve il problema”. Lomurno: “Durc sospeso per istruttoria”

Il Comune di Imperia pagherà gli stipendi ai dipendenti della Tra.De.co. E’ questa l’intesa raggiunta al termine dell’incontro tra il Sindaco di Imperia Carlo Capacci, i vertici dell’azienda pugliese e il Prefetto Fiamma Spena. Il primo cittadino Capacci è apparso soddisfatto dell’accordo, il referente della Tra.de.co. per la Liguria Pasquale Lomurno ha specificato che si tratta della semplice applicazione della […]

di Mattia Mangraviti

image

Il Comune di Imperia pagherà gli stipendi ai dipendenti della Tra.De.co. E’ questa l’intesa raggiunta al termine dell’incontro tra il Sindaco di Imperia Carlo Capacci, i vertici dell’azienda pugliese e il Prefetto Fiamma Spena. Il primo cittadino Capacci è apparso soddisfatto dell’accordo, il referente della Tra.de.co. per la Liguria Pasquale Lomurno ha specificato che si tratta della semplice applicazione della legge (“in caso di inerzia dell’appaltatore il Comune può attivare il cosiddetto potere surrogatorio,la legge è legge e va applicata”), mentre i sindacati non hanno salutato con entusiasmo l’intesa, perché “i tempi tecnici sono intorno ai 15 giorni e quindi è impossibile pensare che abbiamo risolto il problema pagando lo stipendio di gennaio a metà marzo”, tanto che “per il momento rimane in piedi il blocco degli straordinari”.

LA REAZIONE DI PASQUALE LOMURNO

“E’ la legge che lo dice, non si tratta di essere o di non essere d’accordo. In caso di inerzia dell’appaltatore il Comune può attivare il cosiddetto potere surrogatorio. La legge è legge e va applicata. Perché problemi nei pagamenti? Perché ci sono diverse difficoltà tecniche nella riscossione dei canoni presso alcuni Comuni e questo comporta una stagnazione. Quali sono? Non me lo faccia dire. Quanti? Un bel pò, molto di più di quanto è l’ammontare degli stipendi. Il durc? Il durc è sospeso per istruttoria. Per le aziende che hanno un certo numero di affari fanno una verifica andando a riscontrare se i versamenti fatti sono praticamente commisurati, congrui, rispetto al monte delle buste paga. Ora c’è questa verifica in atto, ci sono dei tempi tecnici per effettuare la verifica, ovvero scrivere all’azienda, farsi mandare tutte le copie dei versamenti, poi fare le verifiche su ogni ripartizione provinciale dell’Inps e dell’Inail e questo comporta dei tempi che non sono conciliabili con le esigenze”.

LA REAZIONE DEI SINDACATI

“L’incontro che ha avuto questa mattina il Sindaco qualcosa ha prodotto perché ha prodotto l’attivazione di un articolo del contratto che prevede il pagamento del Comune in surroga all’azienda che in questo caso è inadempiente. Il problema purtroppo non si risolve perché i tempi tecnici sono intorno ai 15 giorni e quindi è impossibile pensare che abbiamo risolto il problema pagando lo stipendio di gennaio a metà marzo. Ovviamente aspettiamo ancora la convocazione del Prefetto perché essendoci lo stato di agitazione che rimane in piedi, e il blocco dello straordinario, abbiamo bisogno di un incontro con il Prefetto. In quella sede cercheremo di trovare le soluzioni possibili e migliori per risolvere questa situazione gravissima che continua a mettere in ginocchio le famiglie dei dipendenti della Tra.De.Co. Per il momento rimane in piedi il blocco degli straordinari, rimane tutto confermato, tenendo presente che ancora non abbiamo ancora avuto l’incontro dell’azienda da quando l’abbiamo dichiarato, quanto meno ci vuole l’incontro con l’azienda”.