Attualità, Cronaca, Home — 23 settembre 2013 alle 16:49

“MENO FILE PIU’ FILES”: arrivano i referti online all’ASL 1 imperiese

Da circa un mese è attivo a Imperia un importante servizio sanitario aggiuntivo: il referto online. Si tratta di un nuovo servizio della ASL 1 che consente di visualizzare e scaricare i propri referti di laboratorio direttamente sul computer senza dover utilizzare il servizio postale o il dover andare a ritirare tutto in formato cartaceo in sede. Il vantaggio infatti, […]

di Gabriele Piccardo

referto online

Da circa un mese è attivo a Imperia un importante servizio sanitario aggiuntivo: il referto online. Si tratta di un nuovo servizio della ASL 1 che consente di visualizzare e scaricare i propri referti di laboratorio direttamente sul computer senza dover utilizzare il servizio postale o il dover andare a ritirare tutto in formato cartaceo in sede.

Il vantaggio infatti, come spiega in modo simpatico il motto del servizio “Meno file più files”, è essenzialmente questo: la possibilità di avere sul proprio smartphone o computer i referti che rimangono online per 45 giorni dalla data di pubblicazione. Senza contare che, per esami di routine, i risultati possono essere visionati online già dopo poche ore. Il servizio inoltre è gratuito e attivo 24 ore su 24.

Per accedervi bisogna ovviamente dare il proprio consenso alla pubblicazione del referto e pagato il ticket. Dopo questa procedura verrà consegnata una password e un nome utente da inserire poi sul sito www.refertionline.regione.liguria.it

Come si legge sul sito dell’ASL 1 imperiese, il direttore generale Mario Cotellessa ha dichiarato:”Siamo molto soddisfatti di aver avviato questo nuovo servizio per i cittadini e le richieste di referti on line da parte dei cittadini, in continua crescita giorno dopo giorno (una media giornaliera del 10-15%), ci confermano che si tratta di un servizio particolarmente utile e atteso dalla popolazione. Ringrazio per questo gli operatori dei centri prelievi, dei laboratori analisi e dei sistemi informativi che in così poco tempo, da quando abbiamo deciso di avviare questo servizio, sono riusciti a renderlo operativo e fruibile da parte dei cittadini.”

Selena Marvaldi