Home, Imperia — 11 aprile 2018 alle 07:24

BASKO IMPERIA: PARCHEGGIO IRREGOLARE, SCATTANO LE DENUNCE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Parcheggio irregolare al Basko di Imperia. Nel mirino della Polizia Municipale presunti reati ambientali.

di Redazione

basko-imperia-parcheggio-denunce

Nuovi guai per il supermercato Basko di Via Gavi a Imperia, inaugurato solo pochi mesi fa nei locali che un tempo ospitavano l’autosalone Comauto. A seguito di un esposto presentato al comando della Polizia Municipale, infatti, gli Agenti nei giorni scorsi hanno effettuato un sopralluogo nel parcheggio antistante il supermercato rilevando alcune irregolarità di natura urbanistica.

Basko, mancano le autorizzazioni ambientali nel parcheggio

Gli Agenti, nel corso del sopralluogo al parcheggio del Basko disposto a seguito dell’esposto pervenuto al Comando di via Spontone e alla Procura della Repubblica, hanno riscontrato la mancanza delle necessarie autorizzazioni ambientali nell’ambito dei lavori di realizzazione del posteggio antistante il supermercato. In particolare nella Scia (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) sarebbero emerse delle incongruenze rispetto all’effettivo stato dei luoghi. A seguito delle irregolarità relative al parcheggio del Basko, la Polizia Municipale ha fatto scattare le relative denunce per reati ambientali a carico di tre soggetti diversi, avviando contestualmente i procedimenti sanzionatori.

Imperia, Basko nel mirino del Conad: il precedente ricorso al Tar

Nei mesi scorsi la società Gest SDB Srl, che gestisce i supermercati Conad (uno dei quali in via Airenti, a Caramagna), ha presentato ricorso al Tar Liguria per chiedere “l’annullamento dell’autorizzazione amministrativa rilasciata dal Comune di Imperia” alla società che gestisce  il supermercato Basko “per l’apertura di una Media Struttura di Vendita commerciale in locali siti in Via Vittorio Gavi 2″.

Il Sindaco Carlo Capacci, all’epoca, contattato da ImperiaPost, espresse non pochi malumori: “È legittimo fare ricorso. Dispiace, però, che a Imperia si faccia concorrenza nei Tribunali piuttosto che proponendo prezzi migliori per i clienti”. Il Comune di Imperia si è costituito in giudizio dopo l’autorizzazione della Giunta.

Per sapere tutto sul caso del Conad leggi qui: