Elezioni comunali 2018, Home — 18 giugno 2018 alle 15:44

ELEZIONI IMPERIA 2018: IL CANDIDATO SINDACO SCAJOLA A POGGI. “BISOGNA LAVORARE E NON CHIACCHIERARE, IGNORIAMO LE CADUTE DI STILE ALTRUI”

Nel suo viavai in scooter, in tutti gli angoli della città, frazioni incluse, il candidato è arrivato anche a Poggi, dove è stato accolto da tanti simpatizzanti e abitanti del borgo, convocati dalla giovane candidata al Consiglio Comunale Roberta Minasso

di Redazione

claudio scajola poggi elezioni imperia

Nel suo viavai in scooter, in tutti gli angoli della città, frazioni incluse, il candidato è arrivato anche a Poggi, dove è stato accolto da tanti simpatizzanti e abitanti del borgo, convocati dalla giovane candidata al Consiglio Comunale Roberta Minasso.

Come sempre, Scajola si è concentrato ad ascoltare i problemi della zona e ha ribadito la sua idea di istituire dei referenti per ogni frazione che si facciano ambasciatori, presso il Comune, dei problemi più specifici.

“Le frazioni vanno collegate alla città e c’è bisogno di istituire un dialogo diretto”, sottolineando per l’ennesima volta la missione civica e inclusiva della sua candidatura. “Voglio essere un sindaco al servizio degli Imperiesi. Questo e basta. Non sono mai stato più libero di così in vita mia e credo che questo sia molto positivo per amministrare con buonsenso”.

Nel suo piccolo comizio-show, in piedi sulla sedia, Scajola ha scaldato la platea invitando simpatizzanti e sostenitori a continuare a mantenere “Questo meraviglioso spirito inclusivo e sorridente, per cui siamo aperti a tutti e contro nessuno”.

Questa è stata la sua risposta a quanti sottolineavano un inasprimento dei toni degli avversari, diventati molto più aggressivi sia sui social network che nelle dichiarazioni pubbliche.

Nello specifico, Scajola ha detto: “Vedo anche io che ci sono incursioni su Facebook di persone che tentano di avvelenare i pozzi con dileggi e provocazioni, spesso anche intervenendo sui vostri profili privati. Facciamo finta di non vedere: lasciamo correre, rimarchiamo la differenza anche in questo ambito, ignorando le cadute di stile”.

E qui un piccolo riferimento personale: “Anche io sono stato brutalmente attaccato da due persone che per anni sono state con me. Non ho risposto. Ho scelto di appellarmi a una frase di Papa Francesco, che ha detto: Non c’è bisogno di andare dallo psicologo per sapere che quando uno sminuisce l’altro è perché non può crescere. Hanno bisogno che l’altro vada più in basso per sentirsi qualcuno””.

Conclude Scajola: “Noi continuiamo a concentrarci su Imperia e sui suoi problemi, insieme, liberi, li risolveremo. Bisogna lavorare, non chiacchierare”.