21 Maggio 2024 20:48

Cerca
Close this search box.

21 Maggio 2024 20:48

L’AVVOCATO RISPONDE… VORREI CHIEDERE LA CANCELLAZIONE DEL MIO NOME E DELLA MIA FOTO DA INTERNET, SI PUÒ? / IL PARERE

In breve: Grazie alla collaborazione dell’avvocato R. Tahiri, i lettori potranno formulare alcune domande di carattere generale sui problemi/questioni che si trovano a dover affrontare.

diritto all'oblio

IMPERIA – Questa settimana la rubrica di consulenze legali di ImperiaPost si occuperà del cosiddetto diritto all’oblio. Grazie alla collaborazione dell’avvocato R. Tahiri, i lettori potranno formulare alcune domande di carattere generale sui problemi/questioni che si trovano a dover affrontare.

La Domanda: 

Buongiorno, il mio nome e la mia immagine circolano sul web da circa due anni a causa di un fatto di cronaca, ormai concluso, che mi ha visto protagonista. Ho sentito parlare del diritto all’oblio. Come posso fare a cancellare le notizie? Devo rivolgermi a Google?

Il Parere:

Il “diritto all’oblio” prevede la non divulgazione, senza particolari motivi, di precedenti pregiudizievoli dell’onore di una persona. Tale diritto è stato confermato anche dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea con la sentenza n. 131/2012, quindi i gestori del motore di ricerca sono responsabili dei dati che appaiono nelle ricerche ed hanno l’obbligo di eliminare le pagine presenti sul web che riportano dati personali ritenuti non più di interesse pubblico che ledono la privacy o la dignità personale.

Riguardo alla responsabilità per violazione del diritto all’oblio, non esistono dei tempi prestabiliti dalla legge, superati i quali nasce il diritto ad essere “cancellati” dal web. Per definire tale limite temporale si può comunque fare riferimento al principio secondo cui la pubblicazione di una notizia, affinché sia lecita, deve essere oltre che vera e di pubblico interesse anche “attuale”. Quando quest’ultimo requisito viene a mancare, il soggetto interessato ha diritto a non veder più pubblicato il proprio nome.

Pertanto, come nel caso in questione una notizia datata di qualche anno salvo successivi aggiornamenti non potrebbe più considerarsi “attuale”.

Per attivare la procedura di cancellazione, Google ha aperto una pagina (clicca QUI) su cui poter fare richiesta di rimozione, la Società è infatti tenuta a dare un riscontro alle richieste di cancellazione delle pagine web che contengono il nominativo del richiedente.

Google deve valutare di volta in volta vari elementi quali ad esempio: l’interesse pubblico a conoscere la notizia, il tempo trascorso dall’avvenimento, l’accuratezza della notizia e la rilevanza della stessa. Di fronte al diniego di Google, gli utenti italiani possono rivolgersi al Garante per la privacy. Il quale qualora ritenga che sussistano i presupposti sopra descritti e un contesto idoneo a ledere la sfera privata della persona, può prescrivere a Google di deindicizzare le Url segnalate.

Dopo aver ottenuto da Google l’eliminazione dell’articolo dai suoi risultati di ricerca, la pagina web esiste ancora e può essere trovata tramite l’Url del sito, si consiglia di contattare i titolari delle pagine web che riportano il nome dell’interessato, invitandoli a cancellare la notizia o il nome o, quanto meno, ad eliminare la pagina web dall’indicizzazione sul motore di ricerca.

———————————————————————————————————————————————————————————————————

Mandate le vostre domande, ogni settimana saranno pubblicati i pareri dell’avvocato Tahiri.

Le domande dovranno essere inviate alla mail di redazione: redazione@imperiapost.it  con Oggetto:“Consulenza legale”.

Condividi questo articolo: