24 Luglio 2024 05:12

Cerca
Close this search box.

24 Luglio 2024 05:12

IMPERIA. SICUREZZA SCUOLE. IL PROVVEDITORE RAMBALDI REPLICA A CAPACCI:”TRA LE SUE DOTI LA VEGGENZA? CI DICA COSA NE SARÀ DEGLI STUDENTI DI PIAZZA CALVI”

In breve: "Secondo Lei si poteva pensare di installare telecamere nel 2009 per atti vandalici che sarebbero avvenuti nel 2015?"

capacci rambaldi

IMPERIA – Il Provveditore agli Studi Provinciale Franca Rambaldi replica al sindaco Carlo Capacci dopo il botta e risposta sul problema sicurezza nelle scuole imperiesi oggetto di numerosi furti negli ultimi mesi.

Ecco la lettera:

Caro Sindaco,
mi fa molto piacere che Lei abbia ricordato il mio passato da assessore, ma si e’ dimenticato di aggiungere che io sono stata nominata Assessore a fine giugno 2009 e ho rassegnato le dimissioni il 1 luglio 2010 per ricoprire l’incarico di Provveditore agli Studi. 
Nel 2009 non ero certo in grado di prevedere che dopo sei anni si sarebbero verificati tutti quei gravi episodi di vandalismo nelle scuole che hanno caratterizzato le ultime settimane e di cui siamo tutti a conoscenza.
Secondo Lei si poteva pensare di installare telecamere nel 2009 per atti vandalici che sarebbero avvenuti nel 2015? 
Probabilmente, tra le varie doti che La contraddistinguono, c’e’ anche quella della veggenza, non comune tra i mortali (io appartengo a quest’ultima categoria di persone) e allora Lei e’ gia’ in grado di prevedere quali eventi spiacevoli si verificheranno nella nostra città fra sei- sette anni ,cioè dopo il 2020.
Me ne rallegro , ma non sarebbe forse meglio , tra una previsione e l’altra, concentrarsi un po’ di più sui problemi attuali della nostra città che e’ ormai allo sbando?
Come cittadina avrei molto da dire, ma il mio ruolo, oggi, mi impone di occuparmi principalmente degli studenti e di garantire loro il diritto allo Studio sancito dalla nostra Costituzione.
E allora, vorrei ricordarLe che da bel due anni sottopongo alla Sua cortese attenzione e a quella di alcuni membri della Sua Giunta, il grave problema, (mi scusi se è attuale !) dei locali della scuola di Piazza Calvi, problema per la cui risoluzione, a tutt’oggi, da parte della Sua Amministrazione, non è stata data alcuna risposta.
Ma da oggi sono molto più tranquilla: Lei , con le Sue innate capacità, probabilmente da tempo aveva già previsto tutto e ha già nel cassetto la soluzione del problema degli spazi della Scuola di Piazza Calvi. 
Ma allora, per favore, ci illumini, ci dica al più presto come intende procedere per permettere ai ragazzi della nostra città di avere le necessarie aule a disposizione a settembre, quando inizierà il nuovo anno scolastico!
In questo modo permetterà a centinaia di studenti , di famiglie e di docenti delle scuole di Piazza Calvi di trascorrere un’estate un po’ più tranquilla e serena.
Le voglio ricordare (Lei ne e’ a conoscenza) che domani, 13 luglio, alle ore 15 nel mio Ufficio ci sarà un nuovo incontro tra tutti i Presidi interessati e le Amministrazioni coinvolte (Comune e Provincia) per affrontare ancora una volta il problema e trovare finalmente una soluzione.
Visto che nell’ultima riunione , la Sua Amministrazione era assente, auspico che questa volta ci vorrà onorare della Sua presenza e che, insieme, nel migliore spirito collaborativo, troveremo la tanto sospirata soluzione”.

Condividi questo articolo: