IMPERIA. SCUOLA, SCANDALO ALLA MENSA DI LARGO GHIGLIA. TOPO MORTO NELLA DISPENSA. L’ASSESSORE RISSO:”AVVIATA UNA VERIFICA INTERNA” / DETTAGLI

Home Imperia

topo mensa

Imperia – Un topo di medie dimensioni, morto da alcuni giorni, è stato rinvenuto nei giorni scorsi nella locali della dispensa della mensa della scuola elementare di Largo Ghiglia a Oneglia. Un episodio che suscita non pochi interrogativi sulla conduzione delle mense scolastiche cittadine gestite dalla Seris, società al 100% del Comune di Imperia, che nei mesi scorsi ha “rinnovato” il personale dopo un concorso sul quale non sono mancate le polemiche. La carcassa del roditore è stata rinvenuta nella cucina del plesso scolastico di Largo Ghiglia, uno dei più frequentati della città, già in stato di semi decomposizione.

Non è dato sapere come vi sia entrato, da quanto tempo fosse all’interno della scuola, le cause della morte ma soprattutto se sia venuto in contatto con gli alimenti poi somministrati ai bambini della scuola elementare e dell’asilo. Così come non conosciamo i provvedimenti assunti dal management della società presieduta da Pietro Salvo e diretta di fatto dal suo consulente Gianfranco Mandara, ex dirigente dei servizi sociali del Comune di Imperia. Contattato da ImperiaPost, l’assessore ai servizi sociali Fabrizio Risso ha commentato:“In mattinata ho un incontro con i vertici della Seris, è stata avviata una verifica interna, credo che comunque abbiamo già attivato il protocollo che si deve adottare in questi casi”. 

La Seris si serve di una ditta specializzata che ciclicamente cambia le trappole per i topi posizionate nei vari locali delle cucine, dispense e spogliatoi riservati ai dipendenti. Quello che non è chiaro è il perché il topo sia stato trovato solo dopo parecchi giorni dopo la sua morte.