RIVOLUZIONE IN TRIBUNALE A IMPERIA. IL PROCURATORE CAPO GEREMIA VERSO GENOVA, CAVALLONE A ROMA E SCARLATTI A PRATO / I DETTAGLI

Attualità Home

A prendere le redini della Procura (avrà la funzione di reggente in attesa dell’arrivo di un nuovo procuratore capo) sarà il Procuratore aggiunto Grazia Pradella.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

geremia collage

Rivoluzione in Procura a Imperia. Il Procuratore Capo Giuseppa Geremia lascerà il capoluogo ligure nelle prossime settimane alla volta di Genova. Il trasferimento era nell’aria da qualche tempo, in verità si pensava che il magistrato con 39 anni anni di sevizio alle spalle optasse per la pensione, invece no, con ogni probabilità sarà impiegata, Csm volendo, come sostituto Procuratore Generale presso la Procura di Genova. Un addio dettato sì dalla voglia di tornare “in aula” e abbandonare gli impegni istituzionali ma anche legato al clima di tensione che si respira al terzo piano del palazzo di giustizia imperiese.

Potrebbe aver influito le vicende che riguardano il consorte della Geremia, coinvolto assieme a graduati dell’Arma per una storia legata alla sua patente di guida. Ma quella della Geremia non è l’unica partenza in programma, infatti, anche l’ex Procuratore Capo di Sanremo, oggi sostituto, Roberto Cavallone, sarebbe in partenza alla volta di Roma, per ragioni familiari. Andrà via anche il sostituto procuratore Francesca Scarlatti, prenderà servizio a Prato. A prendere le redini della Procura (avrà la funzione di reggente in attesa dell’arrivo di un nuovo procuratore capo) sarà il Procuratore aggiunto Grazia Pradella che potrà contare solo sul ritorno del sostituto Procuratore Stefania Brusa, in distacco presso il tribunale di Savona, e gli altri sette titolari: Bogliolo, Bresci, Politi, Fornace, Sussarellu, Zocco e Marrali. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!