IMPERIA. ARRESTATO PER AVER FATTO SESSO CON LA COMPAGNA SOTTO I PORTICI DI VIA DELLA REPUBBLICA, 43ENNE ASSOLTO IN APPELLO/ECCO PERCHÈ

Attualità Home

Condannato in primo grado in Tribunale a Imperia per aver fatto sesso in pieno giorno sotto i portici di via della Repubblica insieme alla compagna, è stato assolto in Corte di Appello a Genova perché il fatto non costituisce reato.

sescorte

Condannato in primo grado in Tribunale a Imperia per aver fatto sesso in pieno giorno sotto i portici di via della Repubblica insieme alla compagna, è stato assolto in Corte di Appello a Genova perché il fatto non costituisce reato. È questa la decisione dei giudici nei confronti di un clochard 43enne di origini rumene (difeso dall’avvocato Katia Lo Corte).

In primo grado entrambi gli imputati, sebbene fosse stata chiesta l’assoluzione anche dal PM Barbara Bresci, erano stati condannati a sei mesi di carcere. Il legale del 43enne, però ha deciso di presentare ricorso chiedendo l’assoluzione, in quanto via della Repubblica non è frequentata abitualmente dai bambini, come previsto invece dalla legge perché sussistano le condizioni di reato di atti osceni in luogo pubblico (in caso contrario è prevista solo una sanzione pecuniaria che varia tra i 5 e i 30 mila euro). Anche il PG della Corte d’Appello di Genova ha chiesto l’assoluzione.

La richiesta è stata accolta dai giudici che hanno quindi assolto l’uomo, mentre rimane valida la sentenza di condanna nei confronti della donna. La decisione della Corte d’Appello ha fatto molto discutere poiché in via della Repubblica, a pochi metri dal luogo teatro dei fatti, insiste il negozio per bambini Prenatal.

Segui Imperiapost anche su: