23 Maggio 2024 14:59

Cerca
Close this search box.

23 Maggio 2024 14:59

IMPERIA. COSTI GESTIONE DEPURATORE. SENTENZA DEL CONSIGLIO DI STATO, LA CONSIGLIERA POILLUCCI:”SINDACO E VICESINDACO, LI PREFERISCO QUANDO TACCIONO”

In breve: Commenta così la consigliera Piera Poillucci le opinioni dell'Amministrazione Capacci sulla recente sentenza del Consiglio di Stato avente ad oggetto la gestione del depuratore di Imperia.

Schermata 2017-10-07 alle 18.13.54

Dopo il commento del consigliere Giuseppe Fossati, interviene anche la consigliera Piera Poillucci sulla recente sentenza del Consiglio di Stato avente ad oggetto la gestione del depuratore di Imperia.

“Sindaco e Vicesindaco: li preferisco quando tacciono – afferma – I loro commenti sono decisamente fuori luogo. Entrambi esultano, nessuno dei due ha ancora capito che:

1) le ordinanze con cui loro stessi hanno imposto la gestione del depuratore sono illegittime (lo ha detto il TAR, non l’opposizione in Consiglio Comunale), così come lo sono, per motivi diversi, quelle che Capacci da due anni e mezzo firma prorogare illegittimamente il servizio di raccolta rifiuti,

2) la Consulenza Tecnica, che il Consiglio di Stato impone ora di far eseguire, potrebbe accettare che l’attuale reale costo di gestione del depuratore è ben maggiore di quello stabilito circa trent’anni fa, quindi, il Comune, ben lungi dall’avere ragione, potrebbe trovarsi a sborsare cifre elevatissime.

Non si capisce proprio cosa ci sia da esultare.

Come è costume di questa amministrazione, si va avanti a colpi di ordinanze, ricorsi e spese legali astronomiche, ma non si trova risoluzione ai problemi, né a quelli piccoli, né a quelli grandi.

Quando in Consiglio Comunale ho osato dire che si sarebbe dovuto instaurare un accertamento tecnico preventivo per attualizzare i costi e trovare così un accordo col gestore, onde uscire da questa situazione (maleodorante …!) invece di moltiplicare il contenzioso, ci fu un brillante Consigliere di maggioranza che, piccato, mi disse che non conoscevo il mio mestiere ed un Presidente del Consiglio che ‘mi punì’ con una nota di biasimo (uomo coraggioso!).

Purtroppo, quando gli amministratori sono di questo livello non possiamo aspettarci che sappiano cogliere i suggerimenti corretti e metterli a frutto per la nostra tanto maltrattata comunità imperiese.

Quando si dice che non sanno né parlare, né tacere, né soprattutto lavorare!”.

Condividi questo articolo: