“IMPERIA È UNA PROVINCIA CON UNA CORRUZIONE DIFFUSA”. IL PROCURATORE CAPO PRADELLA LANCIA L’ALLARME:”INCHIESTE SU ASL, COMUNI E FORZE DI POLIZIA”/IL CASO

Attualità Home

Schermata 2017-10-18 alle 16.19.35

Hanno destato grande scalpore le dichiarazioni del procuratore Grazia Pradella durante la presentazione del libro di Nicola Gratteri “L’inganno della Mafia. Quando i criminali diventano eroi”, avvenuta al casinò di Sanremo durante l’ultimo appuntamento dei “Martedì Letterari”.

“Quando sono arrivata da Milano, mi sono resa conto che questa è una provincia con una corruzione diffusa ha affermato la Pradella durante la presentazione – Tutti i gangli della pubblica amministrazione sono stati toccati da indagini, dall’Asl, ai Comuni, alle forze di Polizia”. 

Queste parole hanno suscitato stupore tra amministrazioni locali e comuni cittadini, ma al momento non ci sono ancora state prese di posizioni ufficiali.

Sono molte le inchieste aperte a seguito dell’arrivo della Pradella 3 anni fa. In particolare, l’Asl è interessata da svariate inchieste, “Autopsie Fantasma”, che vede imputati 10 soggetti (5 medici), “Liste di attesa pilotate”, che vede 9 indagati, e le inchieste sulle patenti e dei certificati per il porto d’armi irregolari; il Comune Sanremo è interessato dall’inchiesta “Stachanov” per stanare i “Furbetti del cartellino”; le forze dell’ordine sono interessate dal caso della patente non ritirata al marito del Procuratore Capo. Ancora più recente è il caso dell’inchiesta che ha coinvolto i concorsi truccati di Rivieracqua, in cui sono andati 7 soggetti, tra cui l’ex direttore generale Gabriele Saldo e il presidente della commissione Federico Fontana.

Con le sue dichiarazioni, quindi, la Pradella ha sottolineato la consapevolezza della presenza della ‘Ndrangheta nel Ponente ligure e alla sua diffusione e la necessità di mantenere alta l’attenzione.