Attualità, Home — 24 gennaio 2018 alle 16:58

IMPERIA. PALASALUTE. AL VIA IL TERZO LOTTO DI LAVORI IN VIA ACQUARONE. ABBO:”PER LIMITARE I DISAGI…”/ECCO COME CAMBIA LA VIABILITÀ

Domani, giovedì 25 gennaio 2018, in viale Lorenzo Acquarone avrà inizio il terzo lotto degli interventi finalizzati alla mitigazione del rischio idraulico del rio Artallo

di Gaia Ammirati

dpbl

Al via il terzo lotto degli interventi finalizzati in viale Lorenzo Acquarone finalizzati alla mitigazione del rischio idraulico del rio Artallo, connessi alla realizzazione del Palasanità, eseguiti dalll’impresa “Preve Costruzioni S.p.A.”

I lavori sono iniziati il  25 settembre e, a seguito della conclusione del secondo lotto, che riguardava il risanamento strutturale della tombinatura, si procederà alla posa della tubazione per le acque bianche. 

“I lavori sono già iniziati – afferma il vice sindaco Guido Abbo – hanno già cominciato a scavarePer il momento strada aperta, abbiamo solo tolto i posteggi da un lato.

Per dare meno disagio possibile lavoriamo su tratti limitati in modo da confinare il cantiere alle strette esigenze giornaliere. In tal modo riusciamo a lasciare liberi i parcheggi dall’altra parte della strada.

Sicuramente dovremo mettere senso unico alternato in due fasi di lavorocontinua – quando scaveremo agli estremi: all’altezza del Palasalute ci sarà una vasca di ritardo che comporterà uno scavo più grosso e all’incrocio con via Martiri quando dovremo raccordarci con il rio Artallo”.

Per permettere la prosecuzione degli interventi, è stata emanata un’ordinanza che disciplina la viabilità a senso unico alternato.

ECCO L’ORDINANZA
Dalle ore 8,30 del giorno 24 gennaio 2018 e sino alle ore 20,00 del 22 aprile 2018 con cantiere mobile.

VIALE LORENZO ACQUARONE

1) tra l’accesso al parcheggio del supermercato a marchio Eurospin e l’ingresso del Palasalute, sul lato ponente della strada, nei tratti di volta in volta individuati con il posizionamento della segnaletica temporanea, secondo lo stato di avanzamento dei lavori, divieto di sosta con rimozione forzata per tutti i veicoli, ad esclusione di quelli inerenti il cantiere ed al fine di consentire l’esecuzione dei lavori.

2) nei tratti indicati al punto 1), divieto di transito per i pedoni che dovranno essere dirottati sul marciapiede opposto con idonea segnaletica posta in prossimità degli attraversamenti a monte e a valle dell’area di cantiere.

3) il tratto di strada di volta in volta interessato dal cantiere in movimento dovrà essere ripristinato in condizioni di sicurezza della transitabilità prima dell’apertura degli scavi nel tratto successivo e comunque con dimensioni lineari del cantiere non superiori a 50/60 metri.

4) nel tratto interessato dai lavori sarà istituito un senso unico alternato temporaneo per la circolazione dei veicoli mediante posizionamento di impianto semaforico mobile dalle ore 8,30 sino all’orario di cessazione dei lavori. Nei giorni di inattività del cantiere, nei giorni festivi e sino alle ore 7,30 dei giorni lavorativi dovrà essere ripristinato il doppio senso di circolazione mediante il restringimento dell’area di cantiere, garantendo le condizioni di sicurezza della circolazione. Nella fascia oraria compresa tra le ore 7,30 e le ore 8,30 dei giorni di attività del cantiere dovrà essere garantito il doppio senso di circolazione mediante il restringimento dell’area di cantiere o in alternativa la circolazione veicolare dovrà essere regolamentata mediante l’istituzione di un senso unico alternato regolamentato da movieri.

5) sul lato levante della strada, al fine di consentire la circolazione veicolare in condizione di sicurezza, divieto di fermata per tutti i veicoli.

6) la postazione I.E.S.I. per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e per la raccolta differenziata, presente tra l’ingresso del plesso scolastico e l’ingresso al parcheggio dell’Eurospin, sarà temporaneamente spostata subito dopo il varco di accesso al parcheggio Eurospin in direzione via Martiri della Libertà; appena l’avanzamento dei lavori lo consentirà la I.E.S.I. sarà riportata nella posizione originaria.