Home, Imperia — 22 febbraio 2018 alle 13:02

IMPERIA. MALTEMPO, NEL WEEKEND RISCHIO GELATE CON TEMPERATURE IN FORTE CALO. LA PROTEZIONE CIVILE SCRIVE AI COMUNI LIGURI:”MONITORATE I SERVIZI ESSENZIALI”/LE PREVISIONI

La morsa di gelo pronta ad abbattersi sull’Italia, giungerà anche in Liguria a partire da domenica

di Redazione

freddogeloarpal

Imperia. Cessata l’allerta per neve nei comuni interni di A, C e per i comuni costieri della zona B. La morsa di gelo pronta ad abbattersi sull’Italia, giungerà anche in Liguria a partire da domenica.

Prima di allora sulla regione si verificheranno piogge e nevicate tipiche di un contesto invernale, che potranno formare la base di possibili gelate diffuse.

Da domenica l’afflusso di aria fredda farà precipitare la colonnina di mercurio sotto lo zero su tutta la regione, con valori molto negativi nell’entroterra e gelate diffuse anche in costa.

Una situazione che sembra destinata a protrarsi per più giorni e che la Protezione civile della Regione Liguria ha segnalato con lettera a tutti i Comuni. L’invito che giunge da Piazza De Ferrari è di adottare tutte le misure necessarie per garantire l’eventuale assistenza alla popolazione.

L’assessore regionale alla Protezione civile ha invitato tutti gli Enti anche a verificare le condizioni di operatività delle proprie infrastrutture e dei servizi ai cittadini e a mettere in atto tutte le misure necessarie.

Nella lettera, il Dipartimento regionale raccomanda ai Comuni di seguire costantemente gli aggiornamenti previsionali di ARPAL e gli eventuali messaggi di allerta.

LA SITUAZIONE: Una profonda area depressionaria coinvolge il Mediterraneo favorendo pioggia e neve a quote basse su diverse zone del Nord Italia, interessando parzialmente anche la nostra regione. Le precipitazioni nevose si stanno concentrando in particolare nell’entroterra savonese con il nivometro del Monte Settepani che ha registrato 24 centimetri dalla mezzanotte; nello stesso periodo a Urbe Vara Superiore sono caduti 10 centimetri di neve fresca. Sul versante costiero, invece, deboli piogge hanno interessato a macchia di leopardo prevalentemente il centro Ponente. I venti settentrionali rafficati fino a burrasca contribuiranno ad aumentare la sensazione di freddo percepita dalle persone.

LE PREVISIONI

OGGI, GIOVEDÌ 22 FEBBRAIO: precipitazioni nevose su DE e a quote collinari nell’interno di B (sopra i 300-400 m) con cumulate generalmente deboli, solo localmente moderate sulle cime di D.

Venti da Nord, Nord-Est 50-60km/h su ABCDE anche rafficati (fino a 70-80km/h) su BCE e sulle zone costiere di A.

Condizioni di disagio per freddo su DE e nell’entroterra di ABC.

DOMANI, VENERDÌ 23 FEBBRAIO: Al mattino ancora possibili deboli precipitazioni nevose su DE e a quote collinari sulle zone interne di B (oltre i 300-400 m).

Esaurimento dei fenomeni a partire dalle prime ore del pomeriggio.

Venti forti settentrionali su CDE (50-60 km/h) fino a burrasca su AB (60-70 km/h) specie nella prima parte del giorno, in successiva attenuazione.

Condizioni di disagio per freddo su DE e nell’entroterra di ABC.

DOPODOMANI, SABATO 24 FEBBRAIO: il temporaneo arrivo di aria più umida in quota, determina, a partire dalle prime ore della notte, precipitazioni diffuse su ABCDE, fino a significative su D. Precipitazioni nevose su DE, seguire gli aggiornamenti. Venti forti settentrionali tra A e B fino a 50-60 km/h in calo a moderati nelle ore serali. Condizioni di disagio per freddo su DE.

Per ulteriori dettagli si consiglia di consultare il bollettino per la Liguria che verrà emesso nelle prossime ore e disponibile all’indirizzo https://www.arpal.gov.it/homepage/meteo/previsioni/bollettino-liguria/riassunto.html

La suddivisione del territorio regionale per zone di allertamento è la seguente:

  • A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa
  • B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno
  • C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla
  • D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida
  • E: Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia

Il dettaglio, comune per comune, è reperibile sul sito www.allertaliguria.gov.it dove sono riportate anche le norme di autoprotezione consigliate dalla Protezione Civile Nazionale, da adottare prima e durante gli eventi.