Home, Imperia — 23 febbraio 2018 alle 10:53

IMPERIA. LA PROVINCIA CORRE AI RIPARI DOPO LA PROTESTA DEGLI STUDENTI DEL LICEO VIEUSSEUX. NATTA:”TROVATA UNA SOLUZIONE DI EMERGENZA, PER 15 GIORNI…”

Questa mattina numerose classi del liceo Vieusseux hanno disertato le lezioni rifiutandosi di entrare a scuola contestando in particolare la condizione del plesso che si trova nella palazzina che ospita la Croce Bianca

di Redazione

28417445_10213683247569402_814563145_o

La Provincia corre ai ripari dopo la protesta degli studenti del liceo Vieusseux.

Nella mattinata di oggi, infatti, diverse classi dell’Istituto hanno disertato le lezioni rifiutandosi di entrare a scuola per manifestare contro la condizione del plesso che si trova nella palazzina che ospita la Croce Bianca.

Per far fronte al gelo presente nella aule, la Provincia ha trovato una soluzione di emergenza che consiste nello spostare per 15 giorni gli studenti nelle aule dell’Istituto Ruffini.

“In presenza delle avverse previsioni meteo per la prossima settimana - comunica la Provincia – e dell’arrivo dell’ondata di gelo Burian, le classi del Liceo Vieusseux abitualmente ospitate nel plesso della Croce Bianca saranno sistemate nelle aule dell’IIS Ruffini per una quindicina di giorni.

La Provincia, in collaborazione con la dirigenza scolastica del Liceo Vieusseux e dell’IIS Ruffini, ha concordato questa misura per far fronte tempestivamente ai disagi degli alunni, causati dal drastico calo delle temperature”.

Il Presidente Fabio Natta commenta:“Si tratta di una soluzione di emergenza, necessariamente temporanea, resa possibile dal fatto che alcune classi dell’IIS Ruffini si trovano in questi giorni in alternanza scuola-lavoro.

La Provincia per parte sua, nell’esprimere apprezzamento per questa soluzione tampone trovata grazie all’accordo tra le scuole, si impegna a mettere in campo nei mesi a venire interventi più duraturi e permanenti, in grado di risolvere in modo definitivo le problematiche dell’edificio in questione, in particolare del suo sistema di riscaldamento”.