Attualità, Home — 22 marzo 2018 alle 12:27

IMPERIA. AUTOPSIE FANTASMA. CHIESTI 6 ANNI E 6 MESI DI CARCERE PER SIMONA DEL VECCHIO. IL PM:”QUADRO AVVILENTE DELLA PROFESSIONE MEDICA. NESSUN DISTACCO DAL METODO CRIMINALE UTILIZZATO”/L’UDIENZA

Nell’udienza odierna, il Pm Grazia Pradella ha chiesto la condanna a 6 anni e 6 mesi di carcere per la dottoressa Del Vecchio

di Redazione

29473221_10213931660539571_5927000249380896768_o

Condanna a 6 anni e 6 mesi di carcere. È questa la richiesta del PM Grazia Pradella formulata questa mattina in Tribunale a Imperia al termine della requisitoria, dinnanzi al collegio composto dai giudici Aschero, Russo e Lungaro, nell’ambito del processo che vede sul banco degli imputati, accusata di peculatofalso e truffa aggravata ai danni dello Statol’ex dirigente di Medicina Legale dell’Asl Imperiese Simona Del Vecchio (difesa dall’avvocato Marco Bosio).

In particolare, secondo quanto ricostruito dalle Fiamme Gialle con pedinamenti e appostamenti, le foto e il video dimostrerebbero che la dott.ssa Del Vecchio (difesa dall’avvocato Bosio) avrebbe utilizzato in diverse occasioni l’auto di servizio dell’Asl per propri interessi personali, in particolare per andare a fare la spesaQuarantasei, in totale, i certificati contestati alla dottoressa. 

“L’atteggiamento processuale della dott.ssa Del Vecchio è del tutto coerente con la superficialità, l’approssimazione e l’uso disinvolto dei mezzi dell’Asl – ha affermato il PM Pradella durante la requisitoria.

“Punture conservative effettuate dai “cassamortari” – ha aggiunto - Istat visti per foto mentre era al centro ceramiche a comprare le piastrelle del bagno.

Ne esce un quadro avvilente della concezione della professione medica, di quella della medicina legale. Certo la dott.ssa Del Vecchio avrà raggiunto gli obiettivi, ma al prezzo di trattare la morte, che porta con sé una serie di emozioni, nel modo che fin troppo chiaramente emerge dagli atti di questa indagine, con toni che mi hanno stupito per la loro gravità.

L’imputato Del Vecchio non è meritevole delle attenuanti generiche - ha continuato – malgrado sia incensurata.

Non ha preso il minimo distacco dal metodo criminale utilizzato - ha concluso – Ha cercato di convincerci del contrario, per poi, dopo le contestazioni, dire ‘non ricordo’”.

 
 
 
ballottaggio