Golfo Dianese, Home — 28 settembre 2018 alle 18:15

WINDFESTIVAL 2018: DAL 5 AL 7 OTTOBRE TORNA A DIANO MARINA IL GRANDE EVENTO SPORTIVO DEDICATO AL MARE E AL VENTO/FOTO E VIDEO

Per chiudere in bellezza il calendario delle manifestazioni estive e per un’anteprima nazionale di quello che sarà l’anno 2018 degli sport legati al mare e al vento, torna a Diano Marina – come consolidata tradizione dal 2012 — Windfestival

di Redazione

winfestival 2018

Per chiudere in bellezza il calendario delle manifestazioni estive e per un‘anteprima nazionale di quello che sarà l’anno 2018 degli sport legati al mare e al vento, torna a Diano Marina - come consolidata tradizione dal 2012 — Windfestival.

La settima edizione, in programma il 5-6-7 ottobre, si annuncia quanto mai ricca: 60 stands, tra espositori e scuole del settore windsurf, surf, stand up paddle, kitesurf, espositori e scuole del settore mountain bike, associazioni e progetti legati al comitato paralimpico, con realtà provenienti da tutta Italia.

Il commento degli organizzatori

“Occupiamo complessivamente oltre 10.000 mq, tra Molo delle Tartarughe, Bagni Delfino e passeggiata a mare di Diano Marina — dichiarano gli organizzatori — spazio occupato da spazi espositivi e attività di sport e intrattenimento. La nostra iniziativa si rivolge prevalentemente ad appassionati e curiosi di Liguria, Piemonte, Lombardia e vicina Francia.

Nonostante il Windfestival sia oggi il più grande expo di sport legati al vento e all’acqua, è stato spontaneo il coinvolgimento del Cip (Comitato Italiano Paralimpico) che integra il progetto “Corri sull’acqua“, sposato 4 anni fa proponendo la prima regata per amputati al mondo. La presenza del Cip amplia l’offerta degli sport acquatici e non alle persone diversamente abili, dando loro la maggiore possibilità di praticare sport a 360 gradi”.

Ecco le varie discipline sportive di contorno al Windfestival

Non poteva mancare il running. Ecco dunque, nella mattinata di domenica 7 (ore 9), la prima edizione della WindRun, aperta a tutti, su di un percorso di 5 miglia, con l’organizzazione dell’associazione Dianese & Golfo 1928, nella persona di Cristian Mallardo. Ma non è finita. Altre new entry di questa settima edizione sono la realizzazione della pista per moto pitbike proposta dalla Yamaha, sponsor storico del WF, del campo da beach volley a cura dell’associazione Gv Sport, e l’inserimento dell’area mountain bike con proposte di test bike, escursioni e bike shuttle.

Per quanto riguarda il Bikini Contest, altro classico appuntamento dell’evento, il concorso si svolgerà in due giorni. Sabato sera, quando le ragazze verranno giudicate da una giuria tecnica, e domenica pomeriggio, quando sarà il giudizio della giuria popolare a decretare le vincitrice che andrà in vacanza a Tenerife per una settimana.

Ci sarà anche un‘area dedicata al parkour, a cura della associazione Six Feet Over di Genova che proporrà esibizioni e scuola per i piu piccoli. E ancora la presenza del flyboard, a cura di L’Elica di Diano Marina, e della palestra Creativa di Imperia con il suo fitness on the beach.

Due le feste notturne: una venerdì 5 con 4 dj, voice show, sax live e come special guest il cantautore locale Simone Alessio, ed una sabato 6 con esibizione delle ragazze del pole on the road e special guest Alo da XFactor.

Yamaha è sponsor storico della manifestazione, gli altri partner sono AutoJap Suzuki, Evolveo, Comma9, Think Digital Media House, Bar 900.

La manifestazione, in cui l’amministrazione ha creduto sin dalla prima edizione, è supportata dal Comune di Diano Marina e da Gestioni Municipali Spa.

Valter Scotto

“Il Windfestival quest’anno ha avuto un po’ di cambi. Oltre agli stand che vengono messi sulla spiaggia, non ci sarà più il palco. Ci siamo presi tutta la spiaggia sino al porto, metteremo 12 stand delle biciclette che faranno test drive.

Ci saranno due shuttle che porteranno gente che arriva da tutta Italia a vedere i nostri percorsi nell’entroterra. Ci sarà la possibilità, con due furgoni che gireranno venerdì, sabato e domenica, continuamente a portare la gente che avrà piacere a girare nel nostro entroterra.

Quest’anno non è stato fatto il Windfestival soltanto per questo, ma ci abbiamo creduto veramente tantissimo e penso che anche loro vadano ad incrociarsi con una realtà che non hanno mai vissuto.

Abbiamo Simone Capelli che si occuperà della paralimpica. Noi siamo partiti con 12 stand , ci saranno svariate attività Judo, cityvolley , calcio per non vedenti. Simone, oltre che ad essere un personal trainer, lavora all’interno dell’università di Savona. Allena i ragazzi.

Quest’anno abbiamo coinvolto con noi Christian per il ‘run in diano’, la prima maratona di 5 miglia e da questo ci siamo allargati con la regata Yacht miste che abbiamo ospitato noi, il Club del Mare, che farà la regata sabato e domenica e siamo nell’attesa di un paio di permessi dalla Yamaha per montare il campo di motocross in spiaggia, nella zona sulla sinistra del molo delle tartarughe. Tutto questo, la 10 chilometri, la sprint e la due chilometri per quanto riguarda gli amatori.

Ci sarà sempre anche quest’anno la regata dei ragazzi che sono quelli che l’hanno fatta tutti gli anni con noi, e proprio per questo c’è stata la collaborazione da cui è nata questa situazione. Sono tre anni che andiamo dietro.

A livello di manifestazioni collaterali, a parte la serata. Quest’anno non chiudiamo con il Windfestival, dalle 19 di sera passiamo direttamente sul Molto delle Tartarughe sino a quando non ci cacciano, per le due serate di venerdì e di sabato. Da Genova verranno dei ragazzi che fanno fisioterapia per il discorso della paralimpica e c’è anche una scuola di pole dance che vengono a fare degli spettacoli e danno corsi gratuiti per tutti i tre giorni.

C’è la Croce d’Oro che ci da supporto tecnico in spiaggia. Abbiamo Carabinieri e Polizia che quest’anno metteranno lo stand , portando ovviamente il discorso di avere le forze dell’Ordine direttamente nella nostra manifestazione e sperando chiudere il cerchio con tre bei giorni, che è la cosa che ci preme di più.

Noi andiamo avanti per la nostra strada e ovviamente speriamo che abbia tutto un senso quello che facciamo e il lavoro di un anno che vada a buon fine. Aziende ce ne sono molti di più rispetto all’anno scorso.

Quest’anno abbiamo ampliato tutto, c’è il campo da beach volley al fondo della spiaggia, dove organizzeranno un torneo di pallavolo. Avremo il tennis, che se ne occupa il Tennis Club di Diano.

Ci sarà anche la presentazione tanto della Maurina, come dell’Imperia, che ci sarà un cambio di presidenza e verranno a presentare la loro squadra con la nuova presidenza.

Il windfestival è sport. Più siamo, più muoviamo sport e quindi più portiamo gente. Che sia qua o in giro per l’Italia. Non è un problema, il problema è il turismo e se non lo facciamo tutti quanti insieme non riusciamo a portare avanti la nostra manifestazione”.

Simone Capelli -  Rappresentante comitato paralimpico

“La prima giornata paralimpica che per me è importante. Usciamo dai soliti spazi chiusi, dove tutti i bambini ci possono vedere.

Finalmente c’è un evento che ci ospita all’aperto. Io rappresenterò non solo il comitato paralimpico e le sue attività, ma potrete vedere tantissimi sport.

Ci saranno anche le associazioni per quanto riguarda quella subacquea per la disabilità, come nel mio caso, oppure associazioni sulla sabbia, sui vari terreni, da poter girare non solo in spazi chiusi, ma anche aperti”.