Case Popolari, il bilancio di Arte Imperia: “Ottimi risultati negli ultimi due anni. In attesa 750 domande, presto i bandi per l’assegnazione”/Foto e video

Attualità Attualità Imperia

Da oltre due milioni di perdita nel 2016, Arte ha chiuso il 2018 con un utile di oltre 580 mila euro.

“Grandi risultati ottenuti nel corso degli ultimi due anni”. È questo il bilancio di Arte Imperia (Azienda Regionale Territoriale per l’Edilizia), stilato questa mattina dall’Amministratore Unico, Antonio Parolini, e l’assessore regionale all’Edilizia, Marco Scajola.

Tema dell’incontro, l’illustrazione dei progetti portati a termine e di quelli in fase di realizzazione, grazie anche ai sostanziosi contributi della Regione Liguria.

Arte Imperia: stilato il bilancio degli ultimi due anni

Per quanto riguarda il bilancio, da oltre due milioni di perdita nel 2016, Arte ha chiuso il 2018 con un utile di oltre 580 mila euro. Questo è stato ottenuto soprattutto grazie alla lotta alla morosità (ad eccezione dei casi di morosità incolpevole), alla diminuzione dei dipendenti da 27 a 18 e alla scelta di ristrutturare l’esistente rispetto alla creazione di nuovi edifici.

Il prossimo obiettivo è quello di far fronte all’emergenza abitativa, attualmente ci sono 750 domande in attesa, attraverso la pubblicazione di bandi per l’assegnazione di nuovi alloggi nell’arco di 12 mesi.

Tra gli interventi portati a termine c’è il recupero dell’ex consorzio agrario di Porto Maurizio con locali da adibire ad uso commerciale, l’intervento di recupero del fabbricato storico in Piazza San Francesco, con la realizzazione di alloggi e locali commerciali, al momento tutti locati.

Inoltre, sono in arrivo 600 mila euro dal Fondo Strategico della Regione Liguria che saranno investiti nella rimozione dell’amianto e nell’efficientamento energetico dell’edificio in via Carlo Alberto Dalla Chiesa.

Antonio Parolini

“Ce la stiamo mettendo tutta, in questi due anni abbiamo cercato di risanare la situazione economica finanziaria dell’ente per consentirci di poter arrivare a prendere i contributi che stiamo prendendo. Una parte arriva dalla Regione, ma una parte dobbiamo metterla noi.

In questo modo abbiamo la possibilità sia di ristrutturare l’esistente, che è una cosa fondamentale, anche per un discorso di risparmio energetico ed ecologico, sia per andare a creare delle nuove abitazioni.

Ci sono 750 domande, il nostro obiettivo è quello di rifare i bandi velocemente. In 12 mesi vogliamo far uscire tutti i bandi provinciali in modo tale da creare delle nuove graduatorie.

Nei prossimi due anni realizzare almeno un centinaio di nuovi alloggi.

Noi avevamo due fabbricati, l’ex Palazzaccio in Largo San Francesco ad Oneglia e in Piazza Ricci l’ex Consorzio Agrario.

Erano fabbricati vuoti da anni, un peccato sia per noi perchè costavano e non ci davano nessuna entrata, sia per la città perchè comunque erano segno di degrado.

Per quanto riguarda il palazzaccio lo abbiamo locato completamente, sia per quanto i 24 alloggi, sia per quanto riguarda le attività commerciali. La stessa cosa la stiamo facendo conm l’ex Consorzio.

Ci consente di introitare delle risorse finanziarie per noi importantissime e dare anche un segnale positivo alla città perchè aprono delle nuove attività commerciali. Per Imperia, che sta vivendo una profonda crisi, è una cosa assolutamente positiva”.

Marco Scajola

“Dopo due anni di lavoro della nuova gestione a cura del dottor. Antonio Parolini, amministratore unico di Arte, con la squadra veramente di assoluta competenza di Arte Imperia, facciamo il punto della situazione  Abbiamo risultati veramente importanti.

La Regione Liguria, dimostrando l’attaccamento importante al territorio imperiese dal 2015 ad oggi, da quando si è insediata l’amministrazione Toti, ha dato ad Arte Imperia circa 5 milioni e 300 mila euro.

Sono fondi importanti per Arte, fondi che sono andati per mettere a posto nuovi alloggi da dare ai cittadini, per la morosità incolpevole. Nel giro di quasi 4 anni, più di un milione di euro all’anno ad Arte Imperia.

Una cifra importante, un cambiamento di rotta da parte dell’amministrazione regionale che ha messo al centro proprio le problematiche del nostro ponente, dell’imperiese e di questo sono molto soddisfatto.

Domani in giunta porteremo un ulteriore contributo ad Arte Imperia, di 600 mila euro attraverso il fondo strategico. Fondi che serviranno proprio per la riqualificazione e la messa in sicurezza di alloggi.

Credo si sia fatto un grande lavoro, devo molto ringraziare il Dr. Parolini e tutto il suo staff. Sono persone serie , competenti, che stanno dando grandi risposte ai nostri cittadini.

Purtroppo le problematiche dell’edilizia abitativa e le problematiche sociali sono in aumento, è in aumento la povertà e quindi tante nuove famiglie si affacciano ai nostri sportelli.

Anche per questo abbiamo deciso di avere degli sportelli sul territorio. Abbiamo valorizzato quello di Ventimiglia  di Sanremo, presto apriremo anche quello a Riva Ligure e ne apriremo altri in tanti altri comuni, perchè vogliamo essere vicini ai cittadini. È importante che nel proprio comune possano trovare una persona che li accolga.

Un grandissimo lavoro di attenzione e di cura per chi ha veramente bisogno dei nostri servizi”.

Per i dettagli sul bilancio:

Segui Imperiapost anche su: