Giornata Mondiale Biodiversità: a Imperia il convegno sul Parco Alpi Liguri. “Monesi fondamentale per il rilancio del comprensorio”/Foto e Video

Attualità Cultura e manifestazioni Entroterra

Si è svolta questa mattina il convegno del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, in occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità

Il paesaggio lento – biodiversità e sostenibilità sulle Alpi del Mediterraneo“. Si è svolta questa mattina, mercoledì 22 maggio, presso il Monastero di Santa Chiara a Porto Maurizio il convegno del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, in occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità. 

Il paesaggio del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri e delle Alpi del Mediterraneo candidate Unesco: presentazione del progetto “Percorsi dell’anima. Viaggio in bici attraverso le bellezze liguri” a cura del Teatro dell’Albero (con Cloris Brosca e Franco La Sacra) nell’ambito del Progetto Interreg Alcotra Edumob sulla mobilità sostenibile, intervento su “Autori del Ponente Ligure davanti al loro mare” a cura della Prof.ssa Lucinda Buja, proiezione di immagini e filmati in tema di biodiversità e presentazione dei recenti studi relativi alla specie Genetta genetta.

Dopo i saluti delle autorità è intervenuto l’Assessore all’Urbanistica della Regione Liguria Marco Scajola

“Organizzato dagli amici del Parco Alpi Liguri per fare un po’ il punto in occasione di questa importante giornata mondiale della biodiversità su quelle che sono gli interessi che il Parco sta portando avanti in questi ultimi anni e settimane.

Centrale per il Parco Alpi Liguri è il rilancio di Monesi, il rilancio di Monesi dopo quanto accaduto di drammatico nel 2016, con il crollo delle strade e l’isolamento di tutta la vallata.

C’è un grande lavoro che stiamo portando avanti assieme ai comuni interessati , capofila il Comune di Mendatica, Triora e tutti gli altri del comprensorio, c’è una importante ditta che sta lavorando per il ripristino della strada anche in collaborazione con il vicino Piemonte.

Nelle ultime settimane il maltempo ha creato qualche problema al cantiere, ma la volontà è quella che prima dell’autunno la strada possa essere riaperta.

Poi quello che verrà dopo, il rilancio di tutto il comprensorio e tutta la vallata.

Nella giornata della biodiversità si parla anche di pista ciclabile , si parla di attività sulla costa. Recentemente con il fondo strategico abbiamo finanziato realtà importanti, soprattutto il tratto San Lorenzo-Imperia che è fondamentale per la continuità della Pista Ciclabile.

Altri tratti su Vallecrosia, stiamo lavorando anche su Diano Marina, per avere proprio una parte di comprensorio ligure che sia finalizzato ad avere nella biodiversità, nel rapporto con l’ambiente un rapporto prioritario anche per il rilancio turistico ed economico del settore”.

L’intervento del Presidente del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, Giuliano Maglio

“La biodiversità la abbiamo incastrata con i parchi per parlare ovviamente di progettazione , per parlare di natura e di futuro del nostro territorio.

Siamo in Provincia di Imperia la progettazione Alcotra e la progettazione con l’Italia e i progetti assieme a Regione Liguria ci consentiranno ovviamente di fare un salto in avanti per lo sviluppo del territorio, su cui contiamo tantissimo.

La cosa fondamentale e di cui tratteremo è il gruppo di lavoro su Monesi che è stato creato da Regione Liguria sotto l’appello del Parco per il recupero di quel territorio. Monesi è la porta della Monesi-Limone per la Valle Arroscia e anche per la Valle Argentina.

Il Parco deve essere visto non solo come sviluppo paesaggistico-ambientale, ma anche come sviluppo turistico legato anche a piccole infrastrutture come la sentieristica, l’outdoor, biciclette e trekking.

Abbiamo dei sentieri bellissimi, il Parco è già qualche anno che sta recuperando assieme ai comuni anelli che consentono lo sviluppo dei piccoli borghi rurali che sono presenti all’interno dell’area Parco. Partendo dalla Valle Arroscia e arrivando sino a Pigna e Rocchetta Nervina.

È importantissimo che questi anelli vengano fatti emergere e pubblicizzati. I nostri borghi sono stupendi, non soltanto sentieristica, ma anche peculiarità enogoastronomiche di rilevanza importante”.

Le dichiarazioni del Direttore del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri, Federico Marenco

“La saldatura tra il territorio dell’area protetta, il Parco che sta sopra Imperia, sopra la provincia e avvicinarlo alla costa, all’Aurelia, alle vie di comunicazione.

Rendere produttiva la biodiversità, valorizzarla e non lasciarla un valore assoluto, ma farla diventare un valore compatibile con la vita quotidiana, la vita culturale, il turismo e l’economia.

Rendere a valore naturale uno strumento di crescita, in maniera equilibrata, rispettosa e in maniera concreta.

Il Parco è destinatario di un volume rilevante di risorse comunitarie per vari progetti e interventi. Senza dubbio il beneficio deve ricadere sul territorio dell’intera comunità. Non può essere un beneficio isolato.

Isolato a livello naturalistico che fa da richiamo, che fa da forte presidio. Un territorio che è vicino alla Costa Azzurra che è oggetto di movimento turistico significativo. Lo scopo ultimo di questi investimenti è crearne l’effetto moltiplicatore.

C’è anche una componente di identità, di memoria, cultura e di appartenenza. Si deve andare all’indietro, alla semplicità di una vita alpestre, che è quella delle Alpi Liguri, ma ricondurla ad una funzione del passante.

Il commento dell’assessore Laura Gandolfo

“Imperia è una città che sì guarda il mare, ma è anche una città che ha alle spalle fortissime tradizioni, un territorio bellissimo che va rilanciato e protetto. Che va utilizzato per un turismo sostenibile”.

“La pista ciclabile è un progetto ormai in dirittura di arrivo, siamo ai nastri di partenza. Nella nostra amministrazione inaugureremo questo importantissimo progetto che darà anche modo di sostenere la bicicletta, la sostenibilità del modo in cui muoversi”.

Il Parco delle Alpi Liguri e le Alpi del Mediterraneo: ecco i relatori del convegno

  • Giuliano Maglio (Presidente del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri)
  • Federico Marenco (Direttore dell’Ente Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri)
  • Roberta Glorio (Funzionaria Servizio Direzione e Programmazione Parco Alpi Liguri e Regione Liguria)
    Prospettive di valorizzazione del Parco Alpi Liguri e delle Alpi del Mediterraneo nell’ambito dei
    progetti comunitari
  • Fabiano Sartirana (naturalista) – Elisa Torretta (biologa)
    Le attività del Centro di Educazione Ambientale del Parco Alpi Liguri
  • Matteo Serafini (naturalista)
    Biodiversità in rete: il Progetto “Medimont Parks – Montagne Mediterranee Protette”
  • Marco Bagnasco (Funzionario di staff Dipartimento Territorio Regione Liguria e Funzionario Servizio
    Direzione e Programmazione Parco Alpi Liguri – Coordinatore Gruppo di Lavoro “Progetto Monesi”)
    La riqualificazione e il rilancio di Monesi: una sfida trai monti più alti della Liguria

Il paesaggio lento: percorsi dell’anima e mobilità sostenibile nel Ponente Ligure

Sonia Berardinucci (incaricata Regione Liguria/FILSE per la realizzazione del Progetto Edu-mob)
Percorsi ciclabili ed educazione alla mobilità sostenibile nella Provincia di Imperia: il Progetto Edu-mob (P.O. Interreg Alcotra 2014-2020) – a cura della Regione Liguria

Teatro dell’Albero (con Cloris Brosca e Franco La Sacra)
Presentazione del progetto “Percorsi dell’anima. Viaggio in bici attraverso le bellezze liguri”
Intervento su “Autori del Ponente Ligure davanti al loro mare” (pubblicazione a cura della della Profssa Lucinda Buja)

Biodiversità straordinaria sulle Al i Liguri: il cammino dell’evoluzione, nuovi protagonisti

  • Valentina Borgna (tecnico faunistico)
    L’attimo in natura: immagini e filmati in tema di biodiversità, recenti studi di monitoraggio

Segui Imperiapost anche su: