Imperia-Friedrichshafen: si lavora per un gemellaggio tra pescatori. “Per crescere insieme”/Foto e Video

Attualità Imperia

Friedrichshafen, città tedesca sita sulla sponda nord del lago di Costanza e gemellata con Imperia, ha donato 5 mila euro al Consorzio Porto Peschereccio di Oneglia dopo la mareggiata del 2018.

Una delegazione del Comune di Friedrichshafen, città tedesca sita sulla sponda nord del lago di Costanza e gemellata con Imperia, questa mattina ha effettuato un sopralluogo per visionare come sono stati investiti i 5 mila euro donati dopo la mareggiata del 2018 al Consorzio Porto Peschereccio di Oneglia.

Con la donazione sono stati realizzati lavori di rifacimento e messa in sicurezza dell’infopoint sul molo di Oneglia. Nel corso dell’incontro, cui erano presenti l’assessore Simone Vassallo, il consigliere comunale Elisa Arcella, il vicesindaco Friedrichshafen Dieter Stauber, il presidente dei pescatori del lago di Costanza e il responsabile del gemellaggio, è emersa anche l’ipotesi di uno scambio culturale tra i pescatori di Oneglia e quelli del lago di Costanza. 

I pescatori di Oneglia al termine dell’incontro hanno consegneranno una targa di ringraziamento. 

Dieter Stauber

“Sono felice di essere qui. È la prima volta, la città mi piace tantissimo. Sono contento di vedere molti punti in comune tra i pescatori di Imperia e quelli del lago di Costanza.

Le due associazioni amici di Friedrichshafen, di Imperia, e amici di Imperia, di Friedrichshafen, hanno comunicato in merito ai danni provocati dalla mareggiata dello scorso anno e volevamo dare un aiuto concreto per aiutare i pescatori di Imperia.

Per il futuro si è parlato anche di uno scambio tra pescatori e per questo abbiamo portato qui il presidente dell’associazione del Lago di Costanza perché ci piacerebbe uno scambio, trovare punti comuni e festeggiare l’evento”.

Lara Servetti

“Quello di Friedrichshafen è stato un aiuto molto apprezzato dai pescatori di Imperia. Ci hanno erogato 5 mila euro che abbiamo utilizzato per ripristinare l’infopoint, riparare il tetto e la parte esterna. Abbiamo poi rifatto tutta una serie di protezioni in alluminio che erano state portate via dalla mareggiata.

Abbiamo poi preparato anche due targhe, una da appendere all’interno dell’infopoint e una che abbiamo consegnato al delegato del comune tedesco a riprova della gratitudine dei pescatori di Oneglia, che oggi erano presenti.

Da questo confronto è emerso che le problematiche che incontrano i pescatori di Oneglia e quelli del lago di Costanza sono simili. L’eccessiva burocrazia, la non perfetta adattabilità delle norme alla realtà imprenditoriale. Un gemellaggio cittadino, ma anche tra le comunità dei pescatori.

I nostri pescatori vivono momenti di difficoltà e non sono dovuti alla penuria di pescato. Il nostro mare, infatti, è molto ricco e c’è molto pesce. I problemi sono, ad esempio, la burocrazia. Le nostre imbarcazioni da pesca stanno fuori non più di 24 ore e hanno mediamente due membri di equipaggio. Hanno da compilare tutta una serie di registri elettronici che sono da compilare entro 48 ore dall’arrivo in porto. Le imbarcazioni più piccole i registri ce li hanno cartacei e vanno consegnati comunque in Capitaneria. Per imbarcazioni con due persone voi comprenderete bene che dover pensare a tutti questi adempimenti burocratici diventa pesante.

Poi ci sono tutta una serie di restrizioni. Ad esempio il divieto di pesca del tonno rosso che per i pescatori della Liguria è molto importante. In Liguria non esiste neanche una imbarcazione autorizzata alla pesca del tonno rosso. Dal nostro punto di vista non è accettabile.

Se si pesca un tonno rosso è un disastro. Si arriva a multe fino a 12 mila euro con punti persi sulla licenza. I nostri pescatori hanno una patente con dei punti e anche una licenza con dei punti. Ad esempio, se non si consegna in tempo il registro scattano dei punti, che vanno da 2 a 4.

Con la Regione abbiamo già parlato delle criticità. Noi stiamo facendo sperimentazioni, grazie ai fondi comunitari, sulla ricciola di fondale, sul gambero. Supportati da studi scientifici si può essere professionali e ottenere risultati”.

Simone Vassallo

“Una buona e concreta collaborazione con Friedrichshafen. Oggi abbiamo qui ospite il vicesindaco, insieme al presidente dei pescatori del lago di Costanza e alla responsabile del gemellaggio con Imperia. Io credo sia fondamentale questo rapporto di sinergia con le città gemellate. Puntiamo su uno scambio che vuole crescere dal punto di vista sportivo, culturale e commerciale. Un ringraziamento va alla comunità di Friedrichshafen che ha contribuito, con il Comune, al rifacimento dell’infopoint dopo i danni della mareggiata dello scorso ottobre.

Imperia è stata colpita duramente, ma l’amministrazione si è data da fare in modo concreto presentando dei progetti che hanno ottenuto dei finanziamenti e che prevedono, tra le altre cose, il rifacimento del molo lungo di Oneglia e del piazzale Cristino.

Quando c’è buona collaborazione si può imparare e far vedere opportunità importanti. È giusto confrontarsi con gli altri, perché confrontandosi si impara e questo serve alla città di Imperia. Loro sono molto felici di essere qua e questo è un primo passo importante”.

Elisa Arcella

“Ringrazio a nome dei pescatori. Io sono figlia di pescatori e consigliere comunale. I pescatori tengono molto a queste strutture che sono parte integrante del loro lavoro. Hanno accolto con piacere l’invito ad andare sul lago di Costanza. È uno scambio che sarà fatto”.

Segui Imperiapost anche su: