IMPERIA. EMERGENZA ABITATIVA, SANTINO CAMONITA (UPPI) PROPONE “L’AGENZIA PER L’AFFITTO”

Attualità Home

casaaa

Con riferimento agli incontri che si sono svolti presso il Comune di Imperia circa l’Emergenza abitativa con la presenza dell’Assessore alle Politiche sociali, Fabrizio Risso, insieme a tutti gli Operatori sociali referenti e varie Organizzazioni, l’UPPI nel confermare la possibilità di stipulare una convenzione per soddisfare esigenze abitative di natura transitoria con opportune garanzie e agevolazioni, propone attraverso il Presidente provinciale, Santino Camonita, la costituzione di un “Agenzia per l’Affitto” mediante un protocollo d’intesa con finalità specifiche e precisi impegni fra le parti che sono:
– riavviare e incrementare gli interventi coordinati che consentano di orientare, a fronte di regole precise e equilibrate, proprietari privati di unità immobiliari verso la locazione dei loro alloggi secondo le previsioni di cui alla L. 431/98 art. 2 comma 2 e successivi, da destinare ad abitazione principale del conduttore;
– coinvolgere e coordinare per il raggiungimento del precitato obiettivo enti pubblici e soggetti privati istituzionalmente ed economicamente operanti nel settore, unitamente a soggetti privati singoli;
– garantire agli inquilini il mantenimento dell’alloggio, anche in presenza di temporanee situazioni di difficoltà economica – dovute a cassa integrazione, mobilità, perdita del lavoro, separazione – che non consentano più di sostenere l’intero canone concordato;
– sostenere e valorizzare il ruolo di Enti e Organizzazioni presenti sul territorio, nella messa a disposizione in via temporanea di alloggi a canone sociale concordato per persone in difficoltà economiche, attraverso la previsione di specifiche garanzie atte a coprire eventuali fenomeni di morosità.

L’iniziativa punta a favorire l’incontro fra la domanda abitativa da parte di soggetti e nuclei familiari che possiedono un reddito medio (superiore ai parametri per l’accesso agli alloggi di edilizia pubblica ma non così elevato da poter sostenere i costi del mercato delle locazioni private) e l’offerta da parte di privati proprietari di immobili, garantendo a questi ultimi una serie di agevolazioni e di tutele per incentivarne la disponibilità a locare gli alloggi a canone concordato. All’Agenzia per l’Affitto, conclude Camonita, partecipano, ognuno con proprie risorse e competenze, enti/organizzazioni pubbliche e private, organizzazioni dei proprietari e degli inquilini.