Stefano Sorrentino, dalla serie A al Cervo: gol all’esordio. “Il calcio è lo sport più bello del mondo”/Foto e Video

Calcio Sport

Esordio con gol per Stefano Sorrentino con la nuova maglia del Cervo, nel campionato di Seconda Categoria.

Esordio con gol per Stefano Sorrentino con la nuova maglia del Cervo, nel campionato di Seconda Categoria. L’ex portiere del Chievo, l’anno scorso in serie A, dopo il ritiro dall’attività professionistica, ha deciso di lanciarsi in una nuova avventura, nel calcio dilettantistico.

Schierato attaccante, Sorrentino ha regalato al Cervo, allenato dal papà Roberto, la vittoria contro il Riva Ligure, realizzando la rete 2-1 con un colpo di testa sugli sviluppi di una rimessa laterale. 

L’ex portiere, su cui erano puntati i riflettori, non ha tradito le attese. Oltre al gol, due assist e un cartellino giallo per simulazione, nel primo tempo.

Gol Sorrentino

Intervista Sorrentino

L’importante era portare a casa i tre punti. Certo, assist, gol, vittoria, è tutto perfetto. La cosa importante è che ci siamo divertiti, perché il calcio è soprattutto divertimento. Quanto ti diverti e vinci è ancora meglio.

La corsa da Muca? È un amico di famiglia, mi ha dato questa possibilità ed è giusto che andassi ad abbracciarlo. 

Scommessa per il gol all’esordio? No, in caso di tre gol si doveva tatuare il mio viso sul petto, ma non è stato possibile (ride, ndr). Mi ha dato questa opportunità, spero ªdi ripagarlo come oggi. 

Giocare in Seconda Categoria? È dura, si fa fatica e si prendono più botte. Il calcio è un divertimento e deve essere vissuto così, come un gioco, il più bello al mondo. Sono contento così”.

Festa fine partita

Mister Sorrentino

“La gioia c’è, perché abbiamo vinto una partita contro una squadra ostica. Non avevamo mai vinto contro il Riva Ligure e ce l’abbiamo fatta. È una partita dove probabilmente meritavamo qualcosa di più, perché il loro portiere ha fatto almeno due interventi decisivi e abbiamo preso due pali. 

Alla fine, anche se sofferta, è arrivata questa vittoria. Doppiamente felice perché il gol decisivo lo ha segnato Stefano, che tutti aspettavano. Chapeau.

C’è grande gioia perché, pur avendo alcuni giocatori importanti fuori, in questa squadra chi gioca gioca. Dal primo all’ultimo sono tutti uguali. Non dimentichiamoci che siamo dei dilettanti. Mi inchino a questi ragazzi che vengono ogni sera alle 9 a fare allenamento. Per il loro impegno, la loro abnegazione, la loro voglia. Hanno creato un gruppo coeso e aspettavano con tanto entusiasmo l’arrivo di Stefano”.

Presidente Cervo Denis Muca

“L’abbraccio di Stefano dopo il gol? È la dimostrazione che è qui solo per amicizia, per divertirsi e per farci divertire. Per me è stato un onore, una cosa bellissima. A fine partita abbiamo festeggiato, anche se dopo il gol del Riva Ligure avevamo iniziato a preoccuparmi

Stefano ci ha dato tanto, a livello di entusiasmo. Sono tre giorni che festeggiamo questo evento. È sempre bello confrontarsi con un professionista. Sono contento per i miei giocatori”.

Segui Imperiapost anche su: