Imperia: promise protezione in carcere in cambio di soldi, chiesti 1 anno e 6 mesi di carcere per 41enne / L’udienza

Giudiziaria Imperia

Durante l’udienza odierna, si è svolto l’esame imputato, seguito dalla requisitoria del PM Buganè Pedretti e dall’arringa della difesa (avvocato Giovanni Di Meo).

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

Un anno e sei mesi di carcere e pagamento di 3 mila euro di multa. È questa la richiesta di condanna pronunciata dal PM Francesca Buganè Pedretti, questa mattina in Tribunale a Imperia, dinnanzi al giudice monocratico Laura Russo, nell’ambito del processo che vede sul banco degli imputati F.T. 41enne, difeso dall’avvocato Giovanni Di Meo del foro di Imperia, accusato di truffa aggravata.

Imperia: promise protezione in carcere in cambio di soldi, a processo 41enne

I fatti risalgono al dicembre 2015, quando F.T. scontava una condanna per rapina presso il carcere di Imperia. L’uomo avrebbe raggirato un altro detenuto, R.C. (condannato a 7 anni e 6 mesi di reclusione con l’accusa di tentato omicidio nei confronti del padre) facendogli credere che lo avrebbe protetto dagli altri carcerati (particolarmente aggressivi per via di un reato, il tentato omicidio del padre, ritenuto “infamante”) in cambio di soldi, inducendolo a credere di essere in pericolo.

R.C. avrebbe quindi eseguito due ricariche sulla carta del 41enne, tramite la propria compagna, per l’importo complessivo di 5 mila euro.

Durante l’udienza odierna, si è svolto l’esame imputato, seguito dalla requisitoria del PM Buganè Pedretti e dall’arringa della difesa (avvocato Giovanni Di Meo).

Il processo è rinviato al prossimo 8 aprile per la discussione e la sentenza.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!