Coronavirus, Imperia: la città rivive con la Fase 2. Riaprono negozi, bar e parrucchieri. “Non vedevamo l’ora di ricominciare” / Foto e video

Attualità Coronavirus Imperia

Imperia rivive con la fase 2 dell’emergenza Coronavirus.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Riaperti bar, ristoranti, parrucchieri, barbieri, negozi, spiagge. Ricominciano le messe. Spostamenti liberi in tutto il territorio regionale senza necessità di autocertificazione. Obbligo di indossare la mascherina e di mantenere la distanza di sicurezza.

Coronavirus, Imperia: parte la Fase 2

Si apre così la Fase 2, a Imperia così come nel resto d’Italia. Le rigide regole di sicurezza per contenere la diffusione del Coronavirus non frenano la voglia di ricominciare a vivere e a lavorare. Le strade di Imperia ricominciano ad essere trafficate e le persone tornano a frequentare i negozi.

Non tutte le attività sono riuscite a riaprire già da oggi, per via delle numerose misure da applicare per essere in regola. Alcuni locali, purtroppo, a causa della crisi e delle spese troppo alte da affrontare, hanno deciso di chiudere definitivamente l’attività.

Coronavirus, Imperia: al via la fase 2, riaprono i negozi del centro di Oneglia

Coronavirus, Imperia: al via la fase 2, riaprono i negozi del centro di Oneglia

Pubblicato da Imperiapost.it su Lunedì 18 maggio 2020

Ecco cosa riapre oggi nel dettaglio

  • parchi, ville e giardini pubblici oltre che le aree gioco attrezzate;
  • musei, archivi, biblioteche e degli altri istituti e luoghi della cultura;
  • attività commerciali al dettaglio;
  • ristorazione (ad esempio: bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie e tutti esercizi somministrazione alimenti e bevande);
  • servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti e tatuatori);
  • stabilimenti balneari;
  • spiagge libere e libere attrezzate (che saranno oggetto di singole ordinanze dei sindaci);
  • strutture ricettive (ad esempio alberghi, agriturismi, bed&breakfast, affittacamere);
  • strutture ricettive all’aria aperta (ad esempio i campeggi);
  • attività sportive di base e l’attività motoria in genere;
  • piscine e palestre (in anticipo rispetto all’apertura dal 25 maggio prevista dalle norme nazionali);
  • centri e circoli sportivi pubblici e privati;
  • commercio al dettaglio su aree pubbliche: mercati, fiere e mercatini degli hobbisti;
  • tirocini extracurricolari;
  • uffici aperti al pubblico;
  • attività di manutenzione del verde;
  • Dal 20 maggio, anche le scuole guida

Imperia, Fase 2: ecco i reportage di bar, parrucchieri, negozi e spiagge

Coronavirus, Fase 2: Tutti i documenti

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!