Sanità: privatizzazione Ospedale Bordighera, i timori della Cisl. “Voci di chiusura del plesso, si faccia chiarezza”

Imperia Provincia

“E’ necessario fare chiarezza su quella che è la reale situazione della vicenda, mettendo a tacere voci o dichiarazioni”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

La scrivente Organizzazione sindacale vuole esporre la propria preoccupazione in merito alla privatizzazione dell’Ospedale Saint-Charles di Bordighera”. Così la Cisl di Imperia, nella persona del coordinatore Nico Zanchi, in una lettera inviata al direttore generale dell’Asl 1 Imperiese Marco Damonte Prioli. 

Privatizzazione Ospedale Saint-Charles di Bordighera: lettera della Cisl all’Asl

“Il percorso che ha portato la Regione Liguria a dare in appalto a soggetti privati gli ospedali di Cairo Montenotte , di Albenga e quello di Bordighera con conseguente accordo con i sindacati accentrato sulla gestione del personale lo conosciamo tutti. Mesi e mesi di incontri che hanno portato le parti a condividere la strada da percorrere anche se i punti di partenza da un punto di vista ideologico tra Regione e sindacati erano inizialmente distanti.

Quello che la Cisl Fp non digerisce è il gioco al massacro che alcuni soggetti stanno effettuando a discapito dei lavoratori, portando forse avanti interessi più personali che della comunità.

Come accade sempre, quando parte una campagna elettorale come quella per la determinazione della rappresentanza Regionale, incominciano da più parti ad arrivare notizie date per certe che spesso sono più utili a creare rabbia che altro.

E’ necessario fare chiarezza su quella che è la reale situazione della vicenda , mettendo a tacere voci o dichiarazioni che poco centrano sul futuro dell’ organizzazione dell’ assistenza nel territorio dell’ intemelio.

Purtroppo i lavoratori sono bombardati da notizie di vario tipo, che parlano non solo di un mancato arrivo del soggetto privato ma anche di declassamento del PPI o addirittura in alcuni casi di una probabile chiusura del presidio.

Come sindacato abbiamo sempre risposto in base a quello che viene detto o concordato nelle sedi ufficiali, e per noi quello rimane l’ unico percorso per garantire notizie certe da dare e da condividere con i lavoratori.

E’ fondamentale che i passaggi legali tra Asl1 e il privato si concludano il più velocemente possibile, per attivare i percorsi previsti dagli accordi regionali in merito alla collocazione dei lavoratori.

La Cisl Fp Liguria chiede una riunione dedicata a tale argomento al fine di chiarire la reale situazione e per fornire a tutti i lavoratori coinvolti una unica e assoluta verità sulla vicenda che vede come protagonista il presidio ospedaliero Saint Charles”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!