A10: il caso autovelox a Striscia La Notizia. “Impossibili da vedere, davvero tragicomico!”/Il video

Attualità Imperia

Il caso dei circa 20 autovelox sull’Autostrada A10, nel tratto Savona-Ventimiglia, è stato oggetto di un servizio del Tg satirico Striscia La Notizia, in onda ieri, 29 settembre, su Canale 5. In particolare, l’inviato Capitan Ventosa ha denunciato la scarsa visibilità dei sistemi di rilevamento della velocità, nascosti dietro ai muri, ai cartelli stradali, alle cabine elettriche o appena fuori dalle gallerie.

Il servizio si è concluso con la promessa, da parte di Autofiori, di “spostare gli autovelox meno visibili”.

Proprio ieri sera l’ex Sindaco Carlo Capacci aveva riaperto la discussione sugli autovelox con un post sul proprio profilo Facebok.

A10: autovelox nascosti, il caso a Striscia la Notizia

“La magagna è che ci sono degli autovelox che giocano a nascondino – ha esordito Capitan Ventosa – L’autovelox deve essere ben visibile e lo dice proprio la legge. E perché dico questo? Perché in Liguria nel tratto Savona-Ventimiglia, andata e ritorno, ne hanno installati ben 19. Ma la domanda è? Saranno ben visibili o no?

Capitan Ventosa sale in macchina e imbocca l’autostrada in direzione Savona-Ventimiglia. “Partiamo con il game quiz, trova l’autovelox! Non si vede niente. Ed eccolo! Avete visto qualcosa? Torniamo indietro con le immagini…Era dietro un muro,incredibile. Continuiamo il nostro game quiz…Eccolo! Anche questo dietro al muro! Il fatto che non siano ben visibili fa si che poi l’automobilista, umanamente, d’istinto, tenda a inchiodare, e questo crea pericolo. Per se e per gli altri”.

Capitan Ventosa mostra poi un terzo autovelox, nascosto proprio dietro al cartello di una piazzola di sosta. “Ben visibile, ma solo dallo specchiettoretrovisore! Ricordiamo che queste apparecchiature funzionano sporadicamente e quindi in caso di funzionamento ci deve essere obbligatoriamente una pattuglia della Polizia più avanti. Ma questo (l’autovelox, ndr) deve essere sempre ben visibile”.

Capitan Ventosa mostra poi un quarto autovelox, proprio all’uscita della galleria. “No! Questo era impossibile da vedere”.

Nel viaggio di ritorno, da Ventimiglia verso Savona, l’inviato di Striscia mostra un primo autovelox dietro al muro. “Incredibile, autovelox dietro al muro, appiccicato, invisibile e poco prima c’è la riduzione della velocità a 100 km/h. Quindi non c’è neanche il tempo materiale di rallentare”.

Ancora un altro autovelox, questa volta dietro una cabina elettrica.E’ 20 cm dietro a una cabina”.

Capitan Ventosa, poi, scende dall’auto per mostrare un autovelox nascosto dietro a un’altra cabina. “Lo vedete? No? Eccolo qua! Dietro a queste due strutture. E’ incredibile, davvero tragicomico, tragico. Ma un pò di buon senso, l’avessero messo qua (davanti alla struttura, ndr) sarebbe stato perfetto”. 

“Ma non è che l’hanno fatto per un altro motivo? – conclude Capitan Ventosa, mimando il gesto dei soldiIo che sono in buona fede non ci credo. Però vado a chiedere”.

In chiusura l’inviato di Striscia mostra una mail con la quale la dirigenza dell’Autofiori comunica che “sposterà gli autovelox meno visibili”.