Imperia, edilizia: “Superbonus 110%”, la soddisfazione di Confedilizia. “occasione da non perdere”

Attualità Imperia

Confedilizia Imperia ha avviato un ciclo di “incontri di gruppo ristretto” con gli amministratori di condominio e gli iscritti all’associazione per fornire tutte le soluzioni di cui beneficiare.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Superbonus 110% finalmente si parte. Sul tanto atteso provvedimento interviene l’Avv. Paolo Prato, Presidente di Ape Confedilizia Imperia – la storica associazione della proprietà edilizia – per precisare come i più recenti sviluppi normativi determinino un’occasione da non perdere.

Infatti, nella tarda serata del 5 ottobre 2020 è finalmente arrivata la tanto attesa pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 246 del Decreto Requisiti e di quello delle Asseverazioni adottati dal Ministero dello Sviluppo Economico: il primo di concerto con altri ministeri, il secondo del solo MISE.

Si tratta di provvedimenti ministeriali che danno applicazione concreta alle disposizioni di legge dettate dall’art. 119 decreto Rilancio.

Il decreto Requisiti indica le definizioni che i requisiti tecnici devono soddisfare affinché le opere eseguite possano beneficiare del così detto superbonus.

Il decreto Asseverazioni riguarda invece le modalità di redazione e trasmissione delle asseverazioni da parte dei tecnici incaricati di redigerle.

Com’è noto per usufruire del superbonus del 110% è necessario che gli interventi consentano il cosidddetto “doppio salto di classe energetica”, ovvero il salto alla classe più alta se l’immobile si trova già in classe A+++.

La ratio della legge resta invariata rispetto all’ Eco Sisma Bonus che già conoscevamo, ma le aliquote di Credito d’imposta imputate ad alcuni interventi arrivano sino al 110 %, rendendo quindi molto più interessante il quadro complessivo. Resta in vigore anche il precedente EcoSisma Bonus.

Inoltre, è stata reintrodotto lo sconto in fattura ed è stata ampliata la possibilità di cedere il Credito d’imposta anche agli Istituti di Credito, che prontamente si sono attrezzati con nuovi prodotti dedicati.

Le regole sono molte anche perchè la materia è complessa, ma rileviamo come, a differenza di tante altre norme che regolano il settore, in questo caso sono chiare e l’Agenzia delle Entrate si sta adoperando quotidianamente per fornire chiarimenti e spiegazioni sui singoli casi particolari.

Restano invariati gli obiettivi, vale a dire l’efficientamento energetico degli edifici e il loro consolidamento strutturale.

I soggetti che hanno diritto ad accedere alle agevolazioni sono i privati anche in case monofamiliari, i condomini ed i loro condomini, le Società che gestiscono i patrimoni immobiliari popolari e le organizzazioni che occupano edifici per svolgere attività non a scopo di lucro.
Gli interventi ammissibili si possono riassumere in “trainanti” e “trainati”.

Sarà necessario effettuare almeno un intervento trainante per poter effettuare, con pari maturazione di Credito d’imposta, altri interventi trainati.

Per fare un semplice esempio, il cappotto termico dell’involucro dell’edificio è un intervento trainante che, se effettuato, consente di sostituire gli infissi – intervento trainato – godendo entrambi del credito d’imposta del 110 %. Resta l’obbligo di migliorare di due classi il livello di risparmio energetico dell’edificio.

In sostanza, con nessuno o poco impegno finanziario, si riescono ad effettuare lavori di riqualificazione che non sempre sarebbero sostenibili da parte dei proprietari, pur essendo consapevoli che il patrimonio edilizio del nostro Paese è datato e bisognoso diffusamente di riqualificazione.

Confedilizia Imperia ha avviato un ciclo di “incontri di gruppo ristretto” con gli amministratori di condominio e gli iscritti all’associazione per fornire tutte le soluzioni di cui beneficiare.

Per qualsiasi domanda o chiarimento inviando una mail all’indirizzo: info@grennrevolutionsrl.it i richiedenti verranno indirizzati verso professionisti e tecnici esperti per richiedere ed ottenere in concreto il bonus 110%.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!