Andora: dal primo gennaio al via il nuovo servizio di raccolta rifiuti. Si punta ad aumentare la differenziata con un sistema misto

Alassio e Andora

Il sindaco Demichelis: “A regime, ci sarà una raccolta diversa a seconda delle zone del comune, con un servizio che tenga conto di tutte le caratteristiche del nostro territorio. L’obiettivo del 2021 è il potenziamento della raccolta differenziata, dello spazzamento e pulizia delle strade, sia in centro che nelle frazioni”

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Al via dal 1° gennaio il nuovo servizio smaltimento e raccolta dei rifiuti sul territorio Comunale di Andora. L’obiettivo del 2021 è il potenziamento della raccolta differenziata, l’ampliamento del servizio di spazzamento e pulizia delle strade, sia in centro che nelle frazioni, anche con l’utilizzo di mezzi e modalità moderne, a basso impatto ambientale e sonoro. Nel corso del 2021 sarà messo a regime un sistema misto, con modalità di raccolta diverse a seconda delle caratteristiche del territorio. Il passaggio sarà però graduale anticipato da una campagna informativa ai cittadini che permetta di coinvolgere pienamente sia i residenti del centro e delle frazioni nonché i proprietari delle numerose seconde case.

In Comune si è svolto un incontro operativo fra il sindaco di Andora, Mauro Demichelis, l’Assessore all’Ambiente Maria Teresa Nasi e l’amministratore delegato di Egea Ambiente, Giorgio Prato e il responsabile commerciale di Proteo, Gabriele Bovetti, in rappresentanza delle ditte individuate dalla Provincia di Imperia attraverso una gara di appalto comprensoriale che ha riguardato dodici comuni dell’Bacino Golfo Dianese e Andorese

Demichelis: “Il sistema sarà misto e terrà conto delle esigenze di residenti, attività commerciali e turisti”.

Spiega il sindaco Mauro Demichelis – “Si è fatto il punto sul passaggio di consegne con AGESP SPA che ha curato fino ad ora la raccolta e che ringraziamo ma soprattutto abbiamo pianificato una serie di sopralluoghi sul territorio con i tecnici di Egea e Proteo che permetteranno loro di conoscere meglio Andora e verificare le migliori  modalità per effettuare il servizio e rispondere alle esigenze manifestate dai cittadini. Il passaggio sarà graduale e come sempre condiviso con gli andoresi. Alle società vincitrici abbiamo chiesto di organizzare un servizio che tenga conto di tutte le caratteristiche del nostro territorio, delle esigenze delle attività economiche, dei residenti  e dei turisti. Si è scelto di attuare un sistema misto che impone a tutti di differenziare i rifiuti, che saranno conferiti in tre modalità diversificate. Tutto sarà attuato con tempi e modalità idonee alla migliore attuazione del servizio”.

Il sistema misto che sarà operativo ad Andora prevede: la raccolta di prossimità in cui i sacchi codificati, sono depositati nei bidoni siti in apposite isole ecologiche a cui si accede con le chiavi, la raccolta porta a porta con il ritiro dei sacchi codificati è, davanti casa, in giorni e ore prestabilite e infine c’è la raccolta con contenitori di superficie messi in postazioni stradali ove si accede con tessere identificative in grado di registrare il conferimento dei sacchi codificati effettuato per quantità e qualità. Ci saranno anche alcune aree di stoccaggio presidiate, per agevolare turisti e residenti che, per eccezionali motivi, fossero impossibilitati a conferire nei tempo e modi delle proprie zone.

Avvio a gennaio e sistema a regime in primavera. Prevista una campagna informativa per i cittadini

L’organizzazione sarà a regime a primavera, ma già da gennaio sul territorio saranno attivi i nuovi mezzi di raccolta e soprattutto un servizio di spazzamento effettuato con sistemi moderni, macchine ibride a basso impatto sonoro, di ultima generazione, mezzi di raccolta collegati ad un sistema informatico di gestione che permetterà il monitoraggio di tutti i rifiuti conferiti al fine di una puntuale applicazione della tariffa.

Il parco mezzi è già sul territorio. Per ora il sistema di raccolta sarà simile al passato perché il passaggio al sistema misto sarà graduale  – hanno confermato Giorgio Prato e Gabriele Bovetti – Dai primi di gennaio i nostri tecnici saranno sul territorio per una serie di sopralluoghi che ci permetteranno di calibrare, organizzare e perfezionare il servizio insieme all’esame dei dati sulla tipologia specifica di utenza che andremo a servire”.

Nei prossimi mesi partirà anche una campagna informativa verso i cittadini.

Sottolinea l’assessore all’Ambiente Maria Teresa NasiLa raccolta differenziata è una sfida da affrontare insieme con la volontà di attuare un sistema moderno e a tutela dell’ambiente. Spiegheremo in maniera semplice ai cittadini le modalità di conferimento e come differenziare con una campagna informativa che terrà in considerazioni tutte le realtà sociali ed economiche e che prevede l’utilizzo di video tutorial sui social, opuscoli informativi e locandine”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!