Botti di Capodanno: i consigli dei Rangers d’Italia per tutelare cani e gatti. “Non lasciamoli soli”

Attualità Imperia

I volontari dei Rangers d’Italia, associazione italiana in difesa dell’ambiente e degli animali, consigliano di trascorrere la sera del cenone di Capodanno coi propri animali domestici

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“L’istituzione, da parte del Governo, di una zona rossa a livello nazionale per contrastare la pandemia da Covid-19, comporterà l’arrivo di un Capodanno diverso, ma sicuramente, qualche privato cittadino deciderà ugualmente di acquistare e sparare i botti.

Ogni anno, a San Silvestro, numerosi animali domestici scappano in preda alla paura, a causa dei forti rumori per lo scoppio di fuochi d’artificio e petardi e, purtroppo, per molti di loro, tale fuga si conclude nel peggiore dei modi”.

I volontari dei Rangers d’Italia, associazione italiana in difesa dell’ambiente e degli animali, consigliano di trascorrere la sera del cenone di Capodanno coi propri animali domestici, in maniera da non lasciarli da soli, in preda all’ansia e all’agitazione.
L’udito dei nostri amici pelosi è molto più sensibile del nostro ai rumori forti.

Botti di capodanno: i consigli dei Rangers d’Italia per cani e gatti

“E’ importante, anche in nostra presenza, lasciare all’animale tutte le porte aperte di casa, in maniera tale da consentirgli di trovare un posto a lui congeniale per sentirsi protetto. Conviene non trattenere, per forza, il cane o il gatto in braccio o nelle proprie vicinanze, ma fargli sentire la nostra presenza, lasciandolo libero di autogestirsi.

Inoltre, è buona prassi precludere l’accesso al balcone al nostro amico a quattro zampe, per evitare che tenti di scavalcare la ringhiera.

Se l’animale domestico dovesse rimanere, per qualche ragione, solo in casa, i consigli sono di lasciare qualche luce, anche di piccole dimensioni, accesa, di lasciare le porte aperte e di eliminare qualsiasi oggetto, magari contundente, che possa ferire il pelosetto e, infine, ma non di minore importanza, è sempre bene lasciare una ciotola ampia di acqua fresca a disposizione del cucciolo e della musica rilassante, per tenergli compagnia ed attutire i rumori esterni

Se il cane o il gatto vivono all’aperto, la sera di San Silvestro, conviene sistemarli in un garage o in una taverna, in un luogo sicuro e protetto, dove dovranno avere a disposizione acqua ed un tappetino igienico per i bisogni e, inoltre, degli oggetti a lui familiari, come giochi e cuccia.

E’ raccomandabile non lasciare i cani all’interno di recinti, poiché potrebbero facilmente scappare, saltando o creando tunnel sotterranei.

Ricordiamo che i cani, sempre e non solo a Capodanno, non vanno tenuti legati, soprattutto in catene, perchè potrebbero patire gravi sofferenze, che porterebbero il padrone a rispondere penalmente della sua condotta.

Per quanto riguarda il giretto serale, si consiglia di evitare passeggiate notturne in prossimità dei festeggiamenti, perchè il cane potrebbe facilmente divincolarsi e scappare oppure procurarsi lesioni al collo col collarino, agitandosi.

Inoltre, durante i primi giorni dell’anno nuovo, quando si è in giro col nostro amico peloso, conviene prestare attenzione a dove l’animale posi il suo muso, evitando i cd. botti inesplosi, che sono idonei a procurare lesioni altamente dannose per l’animale, in caso di scoppio “ritardato”.

E no, non ci siamo dimenticati dei nostri amici felini. I gatti che vivono liberi, la sera del veglione, si consiglia di mantenerli all’interno di case, taverne o garage, per evitare che scappino e si disorientino, per poi non far più rientro a casa.

I Rangers, attivi per le battaglie contro l’abbandono degli animali domestici, ricordano l’applicazione dei microchip, obbligatoria per legge, soprattutto se vive all’aperto al fine di una più facile individuazione del proprietario dell’animale, in caso di ritrovamento dello stesso”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!