Imperia: servizio idrico, il 1° febbraio Rivieracqua subentra ad Amat. L’avvocato Toffoletto tutelerà il Comune

Attualità Imperia

Il Sindaco di Imperia, Claudio Scajola, non ha mai nascosto i  propri dubbi sull’operato e sulla tenuta finanziaria di Rivieracqua.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Si dovrebbe concretizzare il prossimo 1° febbraio, dopo anni di controversie, il procedimento di subentro di Rivieracqua, ad Amat, nella gestione del servizio idrico.

Sarà l’avvocato Alberto Toffoletto, di Milano, a tutelare gli interessi del Comune di Imperia nel procedimento di subentro.

Comune di Imperia: subentro Rivieracqua ad Amat, incarico a un legale per 23 mila euro

Con il passaggio da Amat a Rivieracqua si chiude un’epoca. Nei prossimi giorni la società fornirà comunicazione ufficiali ai cittadini per la gestione del nuovo servizio le cui tariffe, al momento, rimarranno invariate. Come noto, però, sono attesi aumenti considerevoli con l’adesione all’Ambito unico provinciale.

A Rivieracqua passeranno anche personale e mezzi di Amat e sul punto i sindacati hanno chiesto rassicurazioni visto lo stato di grave incertezza.

Il Comune di Imperia ha affidato all’avvocato Toffoletto l’incarico di consulenza e assistenza legale precontenziosa per un compenso pari a poco più di 23 mila euro (23.345,92).

Era stata la Giunta, nelle scorse settimane, a stabilire che il Comune si sarebbe affidato a un legale per la procedura di subentro di Rivieracqua ad Amat.

L’avvocato Toffoletto, socio di uno dei più importanti studi legali indipendenti italiani, con sedi a Milano, Roma, Bruxelles, Londra e Shangai, dovrà tutelare degli interessi del Comune in particolar modo per quel che concerne la “determinazione dell’indennizzo da corrispondersi al gestore cessato (Amat ndr) da parte di quello entrante (Rivieracqua ndr), a fronte della consegna degli impianti”.

Il Sindaco di Imperia, Claudio Scajola, non ha mai nascosto i  propri dubbi sull’operato e sulla tenuta finanziaria di Rivieracqua (in regime di concordato) definendo più volte “un bidone” la società incaricata della gestione del servizio idrico provinciale. Da qui la decisione di affidare a un legale la tutela degli interessi nel Comune, socio di Amat al 52%, nella procedura di subentro di Rivieracqua.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!