Imperia: uccise collega di lavoro a coltellate, assolto. “Incapace di intendere e volere”/La sentenza

Giudiziaria Imperia

Ricard Nika, nel febbraio del 2017, uccise a coltellate Alfio Fallica. Entrambi lavoravano come cuochi nel ristorante “Pulcinella” a Montecarlo. Il verdetto in Tribunale a Imperia.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Assolto perché incapace di intendere e volere. Così si è chiuso, in Tribunale a Imperia, il processo che vedeva sul banco gli imputati, con l’accusa di omicidio, Ricard Nika, 33 anni, di nazionalità albanese, residente a Bordighera.

Nika, nel febbraio del 2017, uccise a coltellate Alfio Fallica. Entrambi lavoravano come cuochi nel ristorante “Pulcinella” a Montecarlo. Il delitto si consumò proprio all’interno del locale.

Imperia: assolto dall’accusa di omicidio perché incapace di intendere e volere

Il gup del Tribunale di Imperia, Paolo Luppi, ha assolto Nika perché non imputabile, a causa della sua incapacità di intendere e di volere. Contestualmente, il giudice ha disposto per Nika, difeso dall’avvocato Marco Bosio, del foro di Imperia, 10 anni di ricovero in una residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza, quattro dei quali già scontati.

Nika, lo ricordiamo, subito dopo l’omicidio scappò a Bordighera dove venne fermato dai Carabinieri in stato confusionale. Ai militari disse di aver fatto “qualcosa di grave in un ristorante di Montecarlo”.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!