Aquila d’Arroscia si lascia alle spalle l’alluvione del 2019: rifatto il campo sportivo comunale. Il sindaco Cha: “Punto di riferimento anche per emergenze di Protezione civile” / Foto

Attualità Entroterra

La terribile alluvione del 2019 aveva causato danni pesanti soprattutto in molti comuni della Valle Arroscia. Fra questi anche Aquila d’Arroscia, dove, fra le altre cose, una frana aveva compromesso una strada e il muro perimetrale del campo sportivo. Nello stesso campo, anche il terreno di gioco, utilizzato per il calcio, il tennis e la pallavolo, era diventato impraticabile.

Ora l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Tullio Cha, è riuscita a risistemare finalmente tutti le opere che erano state danneggiate dalla furia degli eventi del 2019. Compresa la copertura del campo sportivo.

Il sindaco Tullio Cha: “Dopo le opere finanziate con i fondi di somma urgenza, siamo intervenuti sul campo sportivo, con fondi comunali”

Spiega il sindaco Cha: “Avevamo ottenuto dei fondi per le somme urgenze, per rifare strada sotto il campo sportivo, che era franata e così il muro di contenimento. Siamo quindi riusciti a rimettere l’area in sicurezza, che è importante in quanto anche punto di riferimento per la Protezione civile, in caso di emergenza. Il campo sportivo, è indicato, infatti, come punto per la sistemazione di tende di emergenza, in caso di calamità, nel Piano di protezione civile comunale. Dopo i lavori di somma urgenza, che erano indubbiamente i più importanti, grazie a fondi che siamo riusciti a mettere da parte nelle casse comunali, abbiamo potuto rifare anche il manto sintetico del campo sportivo. E i lavori sono appena terminati”

Conclude il sindaco Cha: “Il campo sportivo del comune di Aquila d’Arroscia, rimesso a nuovo, dopo i gravi eventi meteorologici del 2019, è anche frutto del lavoro della ditta Gagliolo Alessandro di Ortovero, quindi, oltretutto del nostro territorio, specializzata nella sistemazione sui campi da calcio in erba sintetica. hanno fatto davvero un lavoro perfetto e dei questo li ringrazio”.