Covid, Imperia: viola divieto spostamenti, sacerdote multato. “Andavo a confessarmi, per me è una necessità”

Attualità Imperia

La giustificazione del prete non è bastata per evitare la multa di 400 euro.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Stavo andando a confessarmi, per me è una questione di necessità”. Così si è giustificato questa mattina, davanti agli agenti di Polizia Municipale, un prete di 66 anni multato per aver violato il divieto di spostamento tra comuni previsto dalle normative anti Covid. Il sacerdote, infatti, proveniva da fuori comune (dalla Francia) ed era diretto a San Bartolomeo al Mare.

Imperia: sacerdote multato per aver violato divieto spostamenti

Il sacerdote è stato sanzionato al casello autostradale di Imperia Ovest. Quando gli agenti gli hanno contestato la violazione del divieto di spostamento tra comuni senza motivi di necessità, in quanto proveniente da fuori comune, il 66enne ha risposto: “Sto andando a confessarmi a San Bartolomeo al Mare e per me è una necessità”.

Una giustificazione che non è bastata per evitare la multa di 400 euro. Il religioso ha accettato la sanzione regalando anche un santino ai due agenti.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!