Imperia: mancati pagamenti Casa di Riposo via Agnesi, “Il Faggio” replica a Cda. “Nessuna trattativa in corso per sostituire il credito. Vogliamo fatti, non parole”

Attualità Imperia

La cooperativa Il Faggio Onlus replica alle dichiarazioni del Consiglio di Amministrazioni della A.S.P. Casa di Riposo e pensionato Imperia di via Agnesi.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Auspichiamo che, esaurite le parole, si possa iniziare a vedere fatti”. Così la cooperativa Il Faggio Onlus replica alle dichiarazioni del Consiglio di Amministrazioni della A.S.P. Casa di Riposo e pensionato Imperia di via Agnesi a seguito della preoccupazione espressa dalla stessa cooperativa che vanta oltre 1,5 milioni di euro di crediti nei confronti della ASP.

Crediti per 1,5 milioni di euro dalla casa di riposo di via Agnesi, parla cooperativa Il Faggio

“Con riferimento al comunicato del 27.02.2020 della A.S.P. Casa di Riposo e pensionato Imperia, precisiamo che non è in corso alcuna trattativa finalizzata a sostituire l’ingente credito vantato dalla Cooperativa con ipoteche su qualsivoglia immobile.

Il credito di oltre 1.5 milioni di euro è costituito da stipendi dei lavoratori e forniture necessarie per l’assistenza agli ospiti e deve essere tempestivamente saldato in modo da garantire la continuità assistenziale.

Se la A.S.P. è proprietaria di immobili di significativo valore provveda tempestivamente a venderli per realizzare quanto necessario a saldare i propri debiti senza proporre unilateralmente soluzioni dilatorie già decisamente respinte dalla Cooperativa.

Confermiamo la cessazione del servizio a far data dal 1 aprile e invitiamo la A.S.P. a raccogliere in tempi brevissimi l’invito delle organizzazioni sindacali per l’apertura di un tavolo di confronto che, anche con il contributo delle autorità presenti sul territorio, possa portare ad una soluzione tale da garantire la dovuta serenità ai lavoratori, già impegnati a fronteggiare in prima linea gli effetti della pandemia.

Auspichiamo che, esaurite le parole, si possa iniziare a vedere fatti”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!