Fratelli d’Italia: un “camion vela” per chiedere le dimissioni del ministro Speranza. Tour a Imperia e Sanremo / Foto e Video

Imperia Politica Politica

“Ristoratori senza Speranza… ministro dimettiti”. Questo lo slogan, scritto a caratteri cubitali su un “camion vela” che Fratelli d’Italia sta facendo girare in questi giorni in provincia di Imperia e in modo particolare a Sanremo, in occasione del Festival

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Ristoratori senza Speranza… ministro dimettiti”. Questo lo slogan, scritto a caratteri cubitali su un “camion vela” che Fratelli d’Italia sta facendo girare in questi giorni in provincia di Imperia e in modo particolare a Sanremo, in occasione del Festival, per attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sul problema di ristoranti e locali notturni che ormai da un anno non riescono a lavorare a causa delle ristrettezze connesse all’emergenza Coronavirus.

L’iniziativa presentata questa mattina a Imperia da Augusto Sartori, responsabile regionale del Dipartimento Ristoranti e locali notturni di Fratelli d’Italia

Spiega Sartori: “La ristorazione aspetta da mesi una svolta per poter lavorare. Nelle ultime settimane la situazione è peggiorata. Alcuni comuni qua vicini sono passati a zona arancio.

I ristoratori, ma anche tante categorie come le palestre, i cinema, i teatri, chiedono semplicemente di poter lavorare. Di poter lavorare nel rispetto delle regole.

È chiaro che abbiamo un nemico da combattere e una guerra da vincere, quella sanitaria, quella del Covid. La ristorazione e tutte le attività sono disponibili e hanno sempre seguito le normative imposte dal ministero della Salute.

È un assurdo che le attività vengano tenute chiuse, visto che, oltretutto, alla chiusura non corrisponde un adeguato sostegno economico. I famosi ristori di cui si parlava a fine dicembre, con la caduta del secondo Governo Conte, sono bloccati.

Ci troviamo nell’incredibile situazione di non poter lavorare e di non aver avuto un minimo di ossigeno economico“.

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!