Covid, Imperia: “zona contagio free, vaccinazioni e ristori”. Ecco le proposte di Confcommercio a Regione Liguria

Attualità Coronavirus Imperia

Il presidente della Regione Giovanni Toti ha accolto con favore le istanze avanzate dalla Confcommercio imperiese e si è fatto carico di farsene promotore a livello governativo.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

Su iniziativa della Confcommercio della provincia di Imperia, si è tenuta una riunione congiunta fra i vertici provinciali di Confcommercio, il presidente della Regione Giovanni Toti e gli assessori regionali Andrea Benveduti (Sviluppo economico), Gianni Berrino (Turismo), Marco Scajola (Urbanistica e Demanio) e il vicepresidente Alessandro Piana, assessore a Agricoltura, Pesca e Agriturismi.

Considerata la crescita pandemica e gli ulteriori e prevedibili provvedimenti che saranno attuati da Governo e Comitato tecnico scientifico, il presidente provinciale della Confcommercio di Imperia Enrico Lupi, ha chiesto e ottenuto un incontro urgente con il presidente della Regione Giovanni Toti e gli assessori di riferimento dei comparti economici, per affrontare in modo particolare i problemi che stanno affliggendo il Ponente ligure e i Distretti sanitari Sanremese e Ventimigliese in questo periodo. Toti, come tutti i presidenti di Regione, è infatti interlocutore diretto con gli organi governativi per le decisioni che vengono di volta in volta adottate a livello centrale.

Il presidente Enrico Lupi, nel corso di due ore di confronto, ha avanzato una serie di proposte operative, frutto del precedente confronto con i componenti della Giunta provinciale di Confcommercio.

Le richieste avanzate al presidente Toti si possono sintetizzare in tre punti chiave:

  1.  Richiesta di incrementare le vaccinazioni nelle aree di confine, che hanno dimostrato la loro particolare fragilità, con riferimento alla somministrazione di vaccini a tutte quelle persone che si trovano a contatto diretto e frequente con il pubblico;
  2.  Richiesta di ristori per le imprese, attraverso i Comuni, che potrebbero applicare detrazioni fiscali e trovare, a loro volta, ristoro da parte di Governo e Regione;
  3.  Attivazione su iniziativa di Confcommercio di un Tavolo permanente che unisca Regione, Anci regionale (Associazione nazionale dei Comuni) e Camera di Commercio Riviere di Liguria, al fine di svincolare i comuni dal patto di stabilità, a favore dei ristori verso le imprese.

Il presidente della Regione Giovanni Toti ha accolto con favore le istanze avanzate dalla Confcommercio imperiese e si è fatto carico di farsene promotore a livello governativo.

Confcommercio, infine, suggerisce che, dopo una vaccinazione con numeri significativi, sarà anche possibile valutare l’eventualità di creare una zona “contagio free”, contenente tutte le attività gestite da operatori debitamente vaccinati. Sarà inoltre cura della Confcommercio individuare ulteriori elementi per predisporre campagne vaccinali per altre categorie economiche potenzialmente soggette a maggior rischio di contagio.

Sottolinea il presidente provinciale di Confcommercio Enrico Lupi:

“L’incontro dimostra la positiva prosecuzione del confronto fra la Confcommercio della Provincia di Imperia in tutte le sue componenti territoriali e categoriali e la governance della Regione Liguria, che ringraziamo per la disponibilità e la storica visione a sostegno delle imprese del territorio”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!