Imperia, Circolo del tennis: eletto il nuovo direttivo. Paolo Aceti confermato presidente. “Una realtà con più di 600 associati”

Attualità Imperia

Eletto il nuovo Consiglio direttivo del Circolo del Tennis Imperia, per il quadriennio 2020-2024. Conferma alla presidenza dell’imprenditore Paolo Aceti, giunto al terzo mandato consecutivo

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

È stato eletto il nuovo Consiglio direttivo del Circolo del Tennis Imperia, per il quadriennio 2020-2024. L’elezione, avvenuta all’aperto nel rispetto delle norme anti Covid, ha visto la conferma alla presidenza dell’imprenditore Paolo Aceti, giunto al terzo mandato consecutivo.

Il Circolo Tennis Imperiese dopo gli anni bui, legati ad un fortissimo indebitamento, lasciato dalle gestioni precedenti alla presidenza Aceti, può essere considerato oggi, insieme a GM sport Paddle, che opera all’interno del Circolo, il più importate polo sportivo della provincia. Sono infatti più di 600 gli associati fra le due realtà, con oltre 200 ragazzi che svolgono attività sportiva, 8 Maestri federali e una miriade di collaboratori, che ne fanno una vera potenza nel panorama sportivo imperiese.

Passione per lo sport, dirigenti capaci e una gestione oculata delle risorse i principali segreti della rinascita del Circolo del Tennis di San Lazzaro a Imperia

Spiega Aceti: «Il segreto della rinascita? Semplice, passione per il nostro sport, dirigenti capaci, una oculata gestione economico finanziaria, che ha appianato una parte significativa dell’enorme debito contratto in passato e in ultimo un ambiente a dimensione di famiglia, che ha permesso di avvicinare grandi e piccini al nostro circolo. Da non dimenticare, nel risultato, le giuste scelte effettuate, come dare la possibilità a due giovani imprenditori, Giovanni Fornaro e Matteo Parodi, di inserirsi e proporre la loro idea di paddle all’interno del Circolo, primi in assoluto in questo sport in provincia di Imperia. La scelta è stata vincente e fortunata, grazie a questi due giovani e alle loro idee di impresa e sport giovani come loro, il Circolo ha decuplicato gli accessi giornalieri, portando uno sport nuovo, giovane, dinamico come il paddle, alla portata di tutti all’interno del Circolo e rinnovando totalmente l’ambiente. Un buon bar ristorante, gestito dall’ottimo chef Franco Ferrari, completa il Circolo come polo di attrazione e centro di aggregazione Imperiese».

La squadra del presidente Paolo Aceti al lavoro: in progetto tornei amatoriali per grandi e piccoli e il potenziamento della scuola agonistica

In merito al prossimo futuro, Paolo Aceti sottolinea: «Vedo nella nuova compagine dei dirigenti il vero motore della crescita. Insieme a me ci sono Emilia de Simone vicepresidente e vero direttore generale del circolo da anni, Lorenzo Macaluso, che si è sempre occupato dei rapporti con le banche e la stampa, Elvir Adrovic, che grazie alla sua figura di imprenditore e di consigliere tecnico fa sì che il Circolo funzioni in ogni circostanza, dopo qualunque evento meteorologico, Gabriella Fornaro, nuovo consigliere, socia del circolo da 40 anni, con una vastissima esperienza, che si occupa dell’ordinario funzionamento giornaliero del Circolo. Abbiamo inoltre affiancato su sua richiesta, al consigliere delegato alla scuola e agonistica Mauro Camperi, una figura storica del Circolo, il maestro Luca Peri ex 2.1, 10 anni di serie A, giocati alle spalle nel nostro sport, un’esperienza vastissima con i ragazzi, a cui è stato chiesto di implementare, insieme a Camperi, la scuola e di creare per l’estate una vera vita sociale che permetta di fare molti tornei amatoriali, che coinvolgano grandi e piccoli, in modo tale da poter crescere ancora. A lui e Camperi sarà affidata anche la gestione delle squadre agonistiche del Circolo».

Aceti, come nella sua vita di imprenditore, ritiene che la chiave vera del successo, in questo caso ovviamente solo di pubblico e partecipanti allo sport, non stia nelle sue personali capacità, ma nel gruppo di dirigenti di cui si è circondato, «vera forza e motore di questo mondo tennis/ paddle, così in forte crescita».

Nel prossimo futuro un quarto campo di paddle e il rifacimento degli spogliatoi

Conclude Paolo Aceti: «Programmi per il futuro? Certamente, se possibile, in primis con il via libera dei soci la trasformazione dell’associazione in una entità più moderna, vorremmo inoltre realizzare le luci sui campi 6 e 7, per potenziare la scuola e magari creare con la proposta del direttore dell’agonistica il maestro Luca Amoretti, che ne seguirà lo sviluppo, una piccola accademia per i ragazzi più dotati, un quarto campo di paddle che realizzerà Gm sport con gli amici Giovanni e Matteo e se possibile e avremo abbastanza soldini per farlo, il rifacimento degli spogliatoi, nuovi ma ormai totalmente inadeguati, all’enorme afflusso di sportivi che ormai frequentano i giardini di San Lazzaro. Il Circolo è vivo è in pieno sviluppo e pronto alle sfide del futuro e ritengo, che, anche senza alcun riconoscimento economico, dovuto alla natura amatoriale e dilettantistica della nostra realtà, sia il più importante successo della mia carriera imprenditoriale e il più grande motivo orgoglio e di soddisfazione».

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!