Covid, Liguria: ristorazione in dehor e verande, Regione fa chiarezza. “Possibile se mantenute aperte due o più pareti perimetrali”

Coronavirus Provincia

La Regione Liguria risponde in una “faq” ai dubbi dei ristoratori sulla possibilità di far accomodare i clienti in dehor e verande con strutture più complesse.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“È possibile svolgere attività di ristorazione all’interno di verande esterne o dehors con strutture/coperture complesse, purchè vengano mantenute aperte almeno due o più pareti perimetrali”. Così la Regione Liguria risponde in una “faq” ai dubbi dei ristoratori sulla possibilità di far accomodare i clienti in dehor e verande con strutture più complesse.

“Abbiamo emesso una faqspiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – che specifica quali siano le condizioni per poter svolgere l’attività di ristorazione all’interno di un dehor o veranda esterna”.

Covid, Liguria: faq sulla ristorazione all’interno dei dehor

“Quali sono le condizioni per poter svolgere l’attività di ristorazione all’interno di un dehor/veranda esterna?

Risposta: Ai sensi dell’art. 4 del D.L. n.52/2021 a partire dal 26 aprile 2021, sono consentite le attività dei servizi di ristorazione svolte da qualsiasi esercizio (tra cui bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie ecc.) con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, anche a cena, nel rispetto dei limiti orari previsti per gli spostamenti (dalle 5.00 fino alle 22.00), nonché da protocolli e linee guida adottati ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto legge n.33 del 2020.

Si ritiene che possano connotare tale condizione anche verande esterne o dehors con strutture/coperture complesse, purchè vengano mantenute aperte almeno due o più pareti perimetrali”.

Nella giornata di ieri, anche il Comune di Imperia aveva fatto chiarezza su come comportarsi all’interno dei dehor di bar e ristoranti.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!