17 Giugno 2024 05:07

Cerca
Close this search box.

17 Giugno 2024 05:07

IMPERIA. COMMISSIONE ANTIMAFIA. CHIAPPORI:”NON C’È NIENTE, I VOSTRI SCIOGLIMENTI SONO TUTTE BALLE, NOI SIAMO PULITI” /VIDEO

In breve: Chiappori: "Se c'è qualche cosa su Domenico Surace io ho già le sue dimissioni in tasca, perché io ho chiesto ai miei amministratori di darmi le dimissioni in mano e non dovrò fare altro che fare le dimissioni e trovare un altro amministratore".

Giacomo Chiappori

IMPERIA – IL sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori, al termine dell’audizione dinnanzi alla commissione antimafia ha commentato:

“L’audizione nasce dopo il breve incontro che abbiamo avuto con il presidente della Commissione – ha detto il sindaco Giacomo Chiappori – per parlare di questi fatti che ogni tanto escono al volo sui giornali che danneggiano l’immagine della mia città che è orgogliosa ad avere la prima cittadina nel ponente ligure e in Liguria 900 mila presenze quindi essere un cittadina turistica per eccellenza. Questi fatti di cronaca hanno fatto si che il breve colloquio di ieri hanno fatto decidere al presidente Bindi di sentirmi formalmente. Ho parlato dei rapporti che sono all’interno della mia amministrazione , di quello che sono i fatti che conoscete tutti, delle indagini su famiglie che hanno parentele nella Liguria come ci sono a Ventimiglia e Bordighera che hanno dato l’avvio su una sorta di indagini su Diano Marina.

Non c’è di fatto niente, i vostri scioglimenti che avete scritto sono tutte balle, qui non si scioglie niente e nessuno perché questa è un’amministrazione seria con un sindaco serio e dei consiglieri seri. Io ho detto solo che sono stanco e stufo di salire sul ring con le mani legate, oggi voglio salire sul ring con le mani libere perché qualche cazzottone lo vorrei dare anch’io sopratutto a quelli che tentano secondo me il danneggiamento di immagine di questa città. 

Non accetto, non ammetto e non credo assolutamente che si dica che Diano Marina sia anche mafiosa. Ho chiesto a loro che si intervenga sugli organi e se c’è qualcosa che non va, me lo dicano, lo tolgano perché non è il mio mestiere eventualmente la ‘ndrangheta e i mafiosi da Diano Marina certo è che se c’è la ‘ndrangheta e la mafia non c’è nessun aggancio con la mia amministrazione che è pulita perché ho da difendere il nome mio e quello della mia città che è più importante. 

Quando finisce il solito rapporto della commissione antimafia che dice anche a Diano Marina c’è la famiglia Surace, la famiglia De Marte. Poi quando questa cosa finisce sui blog di alcune persone che non stimo per niente, dove si mettono oltre i nomi e le date di nascita e il sindaco non ne sa niente, facciamo quello che devono fare perché io credo che sia cela Magistratura e le forze di Polizia a fare questa roba, non i blogger che creano ogni tanto un lancio e uno sputtanamento”. 

Domenico Surace chi è? come nasce? chi ce l’ha messo?

“Domenico Surace nasce come ex assessore con la prima amministrazione Basso, “campione del mondo veniva” definito, poi c’è stata una rottura perché sulla questione del porto perché non usciva denaro a sufficienza perché Surace diceva che forse c’era qualcosa di sbagliato e perciò c’è stata una rottura e allora non era più il campione del mondo ma qualcos’altro che odorava di qualche altra roba.

A quel punto, quando io sono salito in Comune, sono andato a vedere le carte del passato,  ho parlato con i Carabinieri e chi di dovere chiedendo i certificati dei casellari giudiziari e ho fatto un cambiamento e da due milioni di fatturato con 1600 euro di utili sono passato in due anni che la G.M. ha pagato 400 mila euro di debiti con il comune e guadagnato 200 mila euro. Se mi diranno domani che c’è qualche cosa su Domenico Surace io ho già le sue dimissioni in tasca, perché io ho chiesto ai miei amministratori di darmi le dimissioni in mano e non dovrò fare altro che fare le dimissioni e trovare un altro amministratore”.


Ci sarà l’accesso?

“No, ho detto che voglio un rapporto diretto con la Prefettura come ho sempre avuto, abbiamo parlato dei vigili, del depuratore e in questi giorni esaminerò alcune posizioni e se ci sarà da cambiare cambio. Il problema non è questo qui, io sono sereno, il problema è che nessuno mai più dica quello che si è letto oggi sui giornali sulla città di Diano Marina, notizie deleterie”.

 

 

 

Condividi questo articolo: