Imperia: Capitaneria di Porto, insediamento nuovo comandante Carlo La Bua. “Felice di iniziare questa nuova avventura”/Foto e Video

Attualità Imperia

Giornata di grande festa, questa mattina, presso la sede dalla Capitaneria di Porto di Imperia, per il passaggio di consegne con il nuovo Comandante Carlo La Bua.

Il Capitano di Fregata La Bua, proveniente da Palermo, si è insediato questa mattina al termine di una cerimonia di avvicendamento. Presente anche i Direttore Marittimo della Liguria, Contrammiraglio Sergio Liardo, oltre che le massime autorità civili e militari di Imperia.

Il Comandante Giuseppe Semeraro lascia il comando di Imperia, alla volta di Roma.

Carlo La Bua – Nuovo Comandante Guardia Costiera di Imperia

“Vengo dal Compartimento marittimo di Palermo. Sono contento che oggi inizi questa nuova avventura, questo nuovo viaggio su questa importante nave che è il comparto marittimo di Imperia.

Fatto di uomini dediti al lavoro, che non hanno mai lesinato risorse personali e familiari per raggiungere obiettivi istituzionali e quelli che la società si attende da loro.

Imperia è una realtà importante, ha delle difficoltà ma che è votata a raggiungere obiettivi sempre più importanti. Come da ultimo è stata questa splendida manifestazione delle Vele d’Epoca.

Il mio auspicio è quello di fare bene, di essere puntuale con la realtà civica e le altre istituzioni. Se possibile andare anche oltre quelli che sono stati i traguardi dei colleghi che mi hanno preceduto, in ultimo il comandante Semeraro che bene ha fatto. Mi lascia un incarico pesante , quello di cercare di fare di più”.

Giuseppe Semeraro

“Porterò il senso di appartenenza, di condivisione e di amicizia che mi ha dato questo equipaggio della Capitaneria di Porto di Imperia e questo territorio.

È stato un onore condurre questa Capitaneria per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Sono stato accolto in questo territorio, ha accolto la mia famiglia in maniera ineccepibile.

Il Covid ha reso , se per certi versi già intenso, il lavoro di Comandante più complicato e complesso.

Emergevano, come in tutti i contesti lavorativi, fattori e circostanze importanti. Misure organizzative nuove da adottare, misure precauzionali , per la miglior tutela del personale Militare.

Al già complesso onere del Comando si è affiancato questo ulteriore onere derivante dall’organizzazione datoriale”.

“Sono stati anni di duro lavoro, anni che ci hanno visti presenti in prima linea sul territorio e nei quasi 700km quadrati di specchio acqueo che rientrano nella nostra delega.

Ricordo momenti concitati, difficili, trascorsi a fianco dei miei collaboratori e dello staff della capitaneria di porto di Imperia.

Come non ricordare il momento dell’alluvione che, nell’ottobre 2020, ha portato l’esondazione del fiume Roja e come non ricordare tutte le operazioni di soccorso, che hanno portato a definire ben 121 eventi SAR, tutti a buon fine con la nostra piena soddisfazione.

È stato veramente un biennio intenso, ma vissuto davvero con quello slancio motivazionale e di emotivo coinvolgimento che ci ha permesso di vivere tutti in maniera unita.

Per giungere a questa giornata di festa per la Capitaneria , che da un lato vede l’emozione legata al mio saluto di commiato , ma d’altra parte vede il felice inizio di un periodo di comando di un collega che sono certo saprà essere altrettanto alla guida di questa nave.

A lui auguro i migliori auspici e ogni più desiderato successo”.

Inno della Guardia Costiera

Passaggio di consegne