18 Maggio 2024 06:21

Cerca
Close this search box.

18 Maggio 2024 06:21

Imperia: il Consiglio Comunale ricorda l’on. Eugenio Minasso. “Ci manca, ha sempre combattuto con passione per quello in cui credeva”

In breve: Si sono susseguiti i discorsi del Sindaco Claudio Scajola e del presidente del Consiglio Comunale Pino Camiolo.

Il Consiglio Comunale di Imperia ha ricordato con un minuto di silenzio l’ex parlamentare Eugenio Minasso, scomparso lo scorso 6 dicembre 2021 a soli 62 anni.

Molto sentiti i discorsi del Sindaco Claudio Scajola e del presidente del Consiglio Comunale Pino Camiolo, alla presenza, tra i consiglieri, della figlia Roberta Minasso.

Imperia: il Consiglio Comunale ricorda l’on. Eugenio Minasso

Pino Camiolo

“È stato un politico di primo piano. Non ha mai dimenticato la città di Imperia, anzi ha sempre avuto un occhio di riguardo. Negli ultimi anni si è impegnato tantissimo per la squadra cittadina. Grazie al suo impegno è stata anche promossa in Serie D e ha ottenuto ottimi risultati.

Eugenio Minasso deve essere ricordato come una persona che con impegno e passione ha sempre combattuto per quello in cui credeva. A nome mio, che ho l’onore di essere stato suo amico, e di tutto il consiglio, esprimo le più sentite condoglianze a sua figlia Roberta e a tutti i familiari”.

Claudio Scajola

“Con Eugenio Minasso ho avuto un rapporto controverso. Ero amico di suo padre, c’era un’antica vicinanza ai tempi dell’ospedale di Costarainera. Con Eugenio, più giovane di me di più di 10 anni, ho condiviso la battaglia politica molto volte in posizioni contrapposte. Dal 2006 invece è iniziato un rapporto di collaborazione. Con lui ci siamo scontrati, abbiamo storie diverse e due caratteri diversi, ma un dato in comune: la schiettezza, il confronto aperto. Lui estroverso, continuamente mobile ed effervescente, io certamente più chiuso.

Quando ha voluto presentarsi per la sua parte politica al parlamento nazionale, l’ho considerata una buona opportunità per il nostro territorio e lo presentai a Berlusconi con la stessa meraviglia di Eugenio. Era presentissimo a Roma durante le due legislature, di cui una interrotta. Aveva socializzato con tantissimi parlamentari.

Prima di tutto questo aveva fatto il consigliere comunale a Imperia, dove si era fatto le ossa in un confronto istituzionale, poi in Regione. Dopo il 2013 aveva intrapreso una sua attività brillante di pubbliche relazioni a livello istituzionale, economico. 

Quando ci sono stato le ultime elezioni amministrative che hanno eletto questo consiglio, ricordo che venne da me e disse, in un modo simpatico, ‘io ti do mia figlia perchè è brillante, le piace impegnarsi nell’attività pubblica’. Ho sentito questo come uno dei gesti migliori che lui abbia mai fatto nei miei confronti.

Quando si diventa un po’ più vecchi e quando si cresce nell’età forse si ha maggiore consapevolezza nel valutare le cose e le persone. Quindi posso dire con schiettezza e sincerità che Eugenio ci manca”.

 

Condividi questo articolo: