Imperia: crisi RT, assemblea dei soci approva piano per salvare l’azienda. “Primo passo verso il risanamento economico” / Foto e video

Attualità Imperia Provincia

Si è riunita questa sera in seconda convocazione l’Assemblea dei soci della Riviera Trasporti. La società di trasporto pubblico vede quali principali azionisti la Provincia di Imperia e il Comune di Sanremo, che hanno già avuto modo di confrontarsi sul salvataggio della società in occasione della recente seduta congiunta di Consiglio provinciale e Assemblea dei sindaci.

La riunione di oggi di fatti è servita ad avvallare quanto indicato dalla Provincia come linee guida par la stesura del Piano concordatario che dovrà essere presentato in Tribunale il 26 marzo. E quindi ad aggiornare in questo senso lo stesso Piano.

I cardini sui cui si regge il salvataggio di Rt sono principalmente la vendita del deposito Rt di Sanremo, la cessione da parte della Provincia delle ex colonie di Nava e la revisione della destinazione dei fondi regionali per il trasporto pubblico locale.

Per il deposito Rt di Sanremo, ci sono dei privati disposti a pagarlo otto milioni e mezzo di euro, ma a condizione di poter realizzare un centro commerciale. Per questo il Comune di Sanremo si è dovuto impegnare ad approvare una variazione di destinazione d’uso della struttura. In cambio il sindaco Alberto Biancheri ha chiesto una sottoscrizione di quote di Rt da parte dei Comuni, primi fra tutti Imperia, Taggia e Ventimiglia.

Per quanto riguarda le ex colonie di Nava, il presidente della Provincia Claudio Scajola ha sottolineato che le stesse saranno cedute quale ricapitalizzazione a Rt subito dopo l’omologazione del piano concordatario da parte del Tribunale.

Presidente Rt Giovanni Barbagallo

“Non siamo alla fine del percorso, siamo in una fase di lavoro continuo e collaborazione stretta con quelli che sono la proprietà, era presente la Provincia, il comune di Sanremo e il comune di Ospedaletti. Questa riunione ci fa ben sperare per il futuro, il percorso è ancora lungo. Siamo all’inizio del percorso. Speriamo che le cose continuino in questo modo e di poter portare il risultato. Il 26 scade il termine per la presentazione del piano concordatario, quindi confidiamo di poterlo presentare con gli attestatori, i consiglieri dell’amministrazione e i soci della società”.

Presidente della Provincia Claudio Scajola

“È avviato un percorso per il risanamento della Riviera Trasporti attraverso il progetto di un nuovo concordato che ci auguriamo che possa essere asseverato e omologano dal Tribunale. Un percorso che salva la società. È il primo passo, dovremo fare altri atti, compresa un’ordinanza a breve per l’affidamento provvisorio a Riviera Trasporti della concessione del trasporto. Questo primo passo dovrà portare a un risanamento economico e a una profonda riorganizzazione del servizio”.