Diano Marina: bando rigenerazione urbana, Consiglio comunale approva convenzione. “per riqualificare la nostra città”/Foto e Video

Attualità Imperia

Il Consiglio comunale di Diano Marina, convocato nella tarda mattinata di oggi, ha approvato lo schema di convenzione tra i Comuni di Diano Marina, Diano Castello, Diano San Pietro, Cervo, San Bartolomeo al Mare e Andora e la scheda di rigenerazione urbana nel Comune di Diano Marina.

Il bando del ministero prevede per Diano Marina un contributo di un milione di e 800 mila euro per la riqualificazione del territorio

Gli atti fanno riferimento al Decreto del ministero dell’Interno relativo al programma di rigenerazione urbana, riduzione della marginalizzazione e del degrado sociale e miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale della città.  Si tratta di un bando che potrebbe portare al comune di Diano Marina, capofila, un contributo di un milione e 800 mila euro per interventi di riqualificazione del territorio. Altri fondi importanti sono poi previsti per gli altri Comuni aderenti.

Nella discussione interviene dai banchi dell’opposizione il consigliere Francesco Parrella. Che dice: Ci aspettavamo delle indicazioni maggiori sulla progettualità che viene proposta per il finanziamento. La zona interessata abbiamo visto che è quella attorno al campo sportivo. Vorrei sapere perché essendoci anche Andora è Diano Marina il capofila. Inoltre domando se è esclusa la zona a Nord del campo sportivo, mai valorizzata”. 

Risponde il sindaco Cristiano Za Garibaldi: Essere più chiari sulla progettualità non è semplice. Noi dobbiamo avere l’idea e candidarla al bando. Una volta vinto il bando, partono le progettazioni, anche in base alla cifra a disposizione. Quindi la progettazione puntuale non è ancora stata sviluppata. L’area interessata è Locus Bormani e Palazzo Muzio, i cui spazi saranno pii occupati da associazioni. E’ stata riqualificata la facciata principale, ma bisogna intervenire su quelle laterali, nella chiesetta che ospita oggi la banda, la zona dei parcheggi. C’è anche un’ipotesi di miglioramento delle gradinate del campo sportivo. Il progetto esecutivo partirà dopo che avremo vinto il bando. Per Diano Castello e Diano San Pietro, speriamo di poter dare una miglior viabilità, almeno pedonale, per collegare la stazione. Diano Marina è capofila perché siamo stati coloro che hanno proposto la partecipazione al bando ed è stata poi individuata una linea comune, legata alla Ciclovia Tirrenica e alle zone in degrado ad essa attinenti”. 

Sempre dall’opposizione, il consigliere Marcello Bellacicco sottolinea: “Siamo favorevoli a queste iniziativa e mi fa piacere che si rivolga lo sguardo verso Andora e verso Imperia. Speriamo di poter avere questa occasione e votiamo a favore”. 

Aggiunge Parrella: “Siamo favorevoli a iniziative di questo genere, che in passato sono mancate, ma ci asteniamo perché speravamo di avere più informazioni sui progetti. Sosteniamo le richieste di finanziamento, però ci piacerebbe anche che i fondi fossero impegnati nella maniera migliore come secondo noi non è stato fatto in passato” .

Za Garibaldi: “Il bando porterà sul territorio interventi per 5 milioni di euro”

Il sindaco Za Garibaldi ai microfoni di Imperiapost Tv spiega: “È una delle tante scommesse che stiamo facendo in questo periodo con il PNRR, speriamo che prima o poi ci frutti qualche soldino per riqualificare e rigenerare la nostra città. In questo caso il bando è per comuni piccoli che possono arrivare a circa 15 mila abitanti totali. Noi andiamo oltre, abbiamo pensato bene di collegare anche Andora. Ci deve essere un filo conduttore che possa rendere appetibile la nostra domanda. Per noi era riqualificare tutte zone in degrado, che fossero attinenti e collegabili al percorso della pista ciclopedonale.

Abbiamo pensato anche di coinvolgere il comune di Diano San Pietro e Diano Castello, perché i loro territori sono lungo la traiettoria, che va da Diano Marina sino alla stazione di Diano San Pietro. Anche lì potrebbe essere interessante vedere una sorta di ciclopedonalità, che consenta di raggiungere la stazione e i comuni attraverso questo nastro. Sono sei i comuni che partecipano. Stiamo parlando di tanti soldi per il nostro territorio, 5 milioni di euro che verranno suddivisi in base al valore specifico dei vari comuni. Noi del comune di Diano Marina abbiamo rinunciato ad una piccola quota parte per poter agevolare di più i comuni più piccoli” .