Imperia: il prof. Armando Fumagalli ospite del primo appuntamento del Rotary Club/Foto e Video

Cultura e manifestazioni

Il professor Armando Fumagalli, ordinario di Teoria dei linguaggi e docente di Semiotica all’Università Cattolica di Milano, è stato ieri pomeriggio il protagonista del primo di una serie di appuntamenti culturali pubblici, organizzati dal Rotary Club Imperia.

Una riflessione sul futuro di cinema e televisione nell’era del web e dei social

Nella sala conferenze del Museo dell’Olivo Carlo Carli, il professor Fumagalli ha tenuto un’analisi dedicata a “Cinema e tv: l’evoluzione dell’industria audiovisiva fra cultura e business”.

Spiega Armando Fumagalli ai microfoni di Imperiapost Tv: “Il web è un mezzo di trasmissione importante, ma, come testimonia l’esplosione di piattaforme come Netlifix, Amazaon, Disney Plus, siamo in un momento di grande trasformazione di tutta l’industria audiovisiva, che si sta internazionalizzando e dismediando, cioè a noi arrivano, senza più l’intermediazione dei canali televisivi, tantissimi prodotti e quindi è molto interessante riflettere su quali siano sia gli aspetti economici e industriali, che quelli culturali di tutto questo, perché è anche una forte innovazione culturale

Penso che la televisione tradizionale continuerà. Come avviene sempre, i vari media, con l’arrivo di nuovi soggetti, si ritagliano in modo diverso la divisione del territorio, ma i nuovi media non hanno mai cancellato quelli precedenti. L’arrivo della tv non ha cancellato la radio e il cinema e l’esplosione di Internet e dei social non toglierà eccessivo spazio a cinema e televisione così come li conosciamo”.

Sottolinea Franco Amadeo, presidente del Rotary Club Imperia: “Dopo questo periodo del covid, durante il quale il Rotary di Imperia ha elargito 100 mila euro per l’emergenza, abbiamo pensato di aprire le porte ad argomenti di riflessione e di svago. Questa sera lo facciamo cn il prof Armando Fumagalli, docente ed esperto che segue grandi sceneggiati e appuntamenti televisivi come Don Matteo, Doc, Leonardo. Poi parleremo di medicina con il professor Alberto Mantovani, uno dei più grandi scienziati del mondo, poi di economia con Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo. Poi faremo anche un’interessante mostra sui testamenti dei grandi italiani, vale a dire quelli che hanno fatto l’Italia. Abbiamo voluto coinvolgere la cittadinanza e non solo i soci del Rotary“.